lunedì 20 aprile 2009

Quesito

Considerando che il week end di Pasquetta oltre a fare le pulizie primaverili ribaltando casa mi sono fatta prendere dal sacro fuoco della casalinga disperata e ho provveduto a fare anche il temutissimo "cambio armadi";
Considerando che ormai a casa mia non esiste più nulla di pesante visto che tutti i cappotti e i maglioni sono finiti, belli e impacchettati, negli ampi armadi di mamma Mafaldi;
Considerando che è una settimana che piove e che la temperatura è sensibilmente calata;
Considerando che l'ipotesi di andare a riprendermi tutto l'abbigliamento invernale non è nemmeno da prendere in considerazione;
... se chiedo un paio di settimane di aspettativa per "elevata incapacità di scelta abbigliamento causa stagione balorda"... dite che me la concedono???
Ci provo???

5 commenti:

takkiaspillo ha detto...

...io direi di sì! altrimenti potresti provare con un "esaurimento nervoso" che viste le condizioni del clima e dell'incapacità di decidere cosa mettere ci sta tutto! e poi potresti prendere un valigino, 4 vestiti dall'armadio (quindi leggeri) e partire per una meta esotitica! :-)
...si vede che ho voglia di partire?

Fra ha detto...

se te lo danno dimmi come hai fatto perchè io domenica ho incellofanato tutti i maglioni pesanti!
Un bacio
fra

100% RUJO ha detto...

flebo di grappa che scalda al mattino prima di uscire.

ElioGabalo ha detto...

Sotto le armi il cambio della divisa da invernale ad estiva rappresentava in modo sublime l'imbecillità della burocrazia militare. Indipendente dal trovarsi a Vipiteno o a Lampedusa il fatidico giorno riponevi le mutandone di flanella nell'armadio e mettevi lo slippino sgambato (e, trovandomi io a Vipiteno lo slippino non aveva il suo charme causa pelle d'oca alta due dita di contorno). Quindi, da allora, il fatidico cambio pasquale è stato bandito da casa mia. E d'estate devi cercare il cappellino col ventilatore solare fra sciarpe, guanti e giacche di piumino che ti fan sudare solo a toccarle. D'inverno trovi il bikini che avevi rubato in mare alla tua amica nella tasca della giaccavento. Elogio al disordine estetico.

S.B. ha detto...

Provaci! Puoi farcela!