giovedì 19 luglio 2007

Bufala alla romana

Cari fratelli e care sorelle, bentornati all’angolo delle ricette di Suor Derelitta. Oggi, sempre sull'onda del revival di luglio, ecco un’idea per un pranzo rapido, fresco e digeribilissimo.

Ingredienti

  • mozzarella di bufala
  • lucanica
  • un uomo stupendamente sexy, sorprendentemente magrissimo (per quello che se magna), muscoloso e abbronzato
  • un telefono
  • una derelitta

Preparazione

Prendete Callista e mettetele in mano il cellulare che squilla: nome sul display? «Er bistecca». Fatele azzerare la salivazione per l’agitazione e fatele rispondere. Mettete dall’altra parte l’uomo sexy ecc. ecc. che ride e dice cose carine. Ma l’ora è tarda (le due, roba che noi trentini siamo già alla merenda), e l’uomo deve andare a pranzo.

E.B.: Ahò, c’ho da annà a magnà… Che, me chiami dopo te?

C: Certo, che mangi di buono?

E.B.: Ah, ‘na cosa leggera… Mozzarella di bufala co’ la lugannnnega. Hai visto? Te l’ho detta come si dice da voi… Ho imparato pure l’altra cosa, lì, i canedèrli… Come cazzo se chiamano?

C: A parte il fatto che si dice «lugànega» e «canéderli»… Ma poi, come cavolo fai a mangiare la bufala con la lucanica?

E.B.: Perché? È bona e leggera…

C (pensando «Oddio che orrore di abbinamento», ma siccome la derelittaggine è a livelli eccelsi non dice niente): Ah, certo, certo… Poi è fresca, giusto, fa caldo. Con un filetto d’olio…

M: Eh sì, eh… Vabbò, daje, ce sentiamo dopo, cià cià, piccolè…

Click.

A quel punto prendete Callista e fatele battere la tempia su uno spigolo, al ricordo di quanto si era preoccupata per il menù della cena preparata poco tempo prima e con tanto amore all'uomo di cui sopra.


Tempo di preparazione: 20 secondi. Basta tirare tutto fuori dal frigo e sbatterlo come capita nel piatto.


VIno consigliato: uno a caso, tanto, peggio di così...


Calorie: non pervenute, ma comunque troppe per qualunque essere umano.


Buon appetito e a presto, col revival delle meraviglie e con le ricette di Suor Derelitta.



8 commenti:

LA CONIGLIA ha detto...

insomma questo er bistecca ci aveva il verme solitario!!! e qualsiasi cosa andava bene :)

Morgan ha detto...

nulla di interessante per me, vabeh mangio due ovetti e qualche fagiolino.

pOpale ha detto...

Con lui eviti di comprare il Sacro Gral delle ricette "il talismano della felicità" ;)

Tomas ha detto...

Come va la tempia ?
:-DDD

blog_toscano ha detto...

mmmm.....effettivamente potevi risparmiarti tutta la fatica fatta per cucinargli l'altra volta.
Mi sembra un uomo che si adatta un po' a tutto....
:)

S.B. ha detto...

In verità in verità vi dico:
Callista non deve preparare la cena. Callista E' la cena ! :-D

Callista ha detto...

Cari miei, sono fortunata... Essendo pure cuoca provetta!
Permettetemi di soffermarmi sul commento di S.B.: tu sì che la sai lunga... Peccato non averci pensato prima!
Baci a tutti

Greg ha detto...

I canederli li conosco...me li ha presentati una sera un amico di Brunico... (io so' romano come er bistecca, e a Roma non esistono).
Ma che è la luga...cosa????
Non so, potevi suggerire al bistecca di metterci anche un pò di marmellata sulla mozzarella...tanto....!!!