mercoledì 13 febbraio 2008

San Valentino 2008: i preparativi

C: Amicaaaa, domani è San Valentino.


M: CULO! Sai a me cosa me ne frega. Mi fa schifo questa festa. Io ooooodio san Valentino!


C: Ma non essere antipatica, su. Tutti si vogliono bene, le vetrine sono piene di cuori e la gente compra regali inutili. Cosa vuoi di più dalla vita?


M: CULO!


C: Dai, ho organizzato una cenetta: io, te e il Nettuno. Così, poi, se vogliamo appenderci, non dobbiamo neanche andare in piazza Duomo a prendere freddo. Lo facciamo direttamente nel calduccio di casa.


M: Ma è meno plateale…


C: Vabbè, non puoi aver tutto dalla vita. Allora, per la cenetta di domani e per tutti i romanticoni che seguono le derelitte, oggi posteremo la ricetta della torta Sacher: una libidine di cioccolato, da regalare, regalarsi, o scofanarsi da soli davanti alla tv. Come vedi, amica, va bene per tutte le occasioni.


M: Che gioia… Vabbè, dai, iniziamo.


Ingredienti.

Per la torta

120 grammi di farina bianca
120 grammi di zucchero
120 grammi di cioccolato fondente di buona qualità
120 grammi di burro
5 uova
1 bustina lievito per dolci

Per la farcitura

Marmellata di albicocche

Per la glassa

150 grammi di cioccolato fondente
un po’ di burro

Materiale

Una terrina alta per l’impasto della torta, una per le chiare a neve, frusta elettrica, uno stampo possibilmente di silicone che funziona meglio e magari a forma di cuore (derelitte e pure romantiche)

Procedimento

C: Mafyyyy, metti il burro a sciogliere in un padellino. Meglio sarebbe a bagnomaria.


M: Senti, io lo metto sul gas al minimo e controllo che non frigga, va bene uguale?


C: Brava. Io intanto metto il cioccolato a fondere. Anche qui, sarebbe meglio il bagnomaria, ma siccome il tempo è denaro, io lo metto sul fuoco basso basso e aggiungo un goccino di latte, mescolando bene. Lo fa anche il cuoco capellone che c’è dalla Clerici, quindi…


M: Quindi va bene… Burro sciolto! Inizio a rompere le uova. Di quattro separo il tuorlo dall’albume, il quinto lo getto intero insieme ai rossi. Prendo la frusta elettrica e inizio a montare i tuorli con lo zucchero. Quando iniziano a diventare chiari, aggiungo il burro fuso fatto raffreddare. Appena cominciano a gonfiarsi, passo a montare gli albumi.


C: Mi raccomando, che siano a neve fermissima. Se giri la ciotola, devono restare attaccati al fondo. Io, nel frattempo, accendo il forno a circa 80-100°, poi ti setaccio la farina con il lievito.


M: Albumi montati…


C: Evviva. A questo punto aggiungiamo all’impasto di tuorli, zucchero e burro la cioccolata fusa e la farina setacciata. Mescoliamo bene con la frusta elettrica finché non è tutto amalgamato.


M: Fatto. Ora si aggiungono le chiare a neve, ma a questo punto il movimento di incorporazione deve andare dal basso verso l’alto, con un mestolo. Niente fruste, niente violenza.


C: Amica, sei una poetessa. Ora che l’impasto si è amalgamato ed è bello vaporoso, come i nostri capelli, infiliamo tutto nella tortiera.


M: Le derelitte usano quelle in silicone, che non necessitano di imburratura e infarinatura precedente. E poi la torta gonfia meglio, viene una meraviglia.


C: Ah, la meraviglia… Vabbè, non ci pensiamo! Per l’occasione, sfoderiamo la teglia a forma di cuore, che giace inutilizzata da millenni. Sob.


M: Sigh.


C: Ora tutto nel forno, scaldato a soli 80-100°. Appena la torta si inforna, si alza la temperatura a 150-160. Si lascia così per mezz’ora e poi si fanno gli ultimi 10 minuti a 170-180°. Sembra un procedimento macchinoso, ma funziona. La torta viene alta, sofficissima e soprattutto si gonfia uniformemente.


M: Una volta appurata la cottura con uno stecchino, togliete la torta dal forno e fate raffreddare. Bisogna poi tagliarla a metà con un coltello affilatissimo e umido o col il classico filo.


C: Per la farcitura, facciamo scaldare in un pentolino 100 grammi abbondanti di marmellata di albicocche, meglio se senza pezzettini. Quelli, al limite, si tolgono.


M: La marmellata va spalmata all’interno con un pennello. Non ne va troppa, ma neanche troppo poca. Quella che rimane alla fine nel pentolino, potete passarla sulla crosta superiore del dolce e sui lati.


C: A questo punto facciamo la glassa: fondiamo il cioccolato come in precedenza e ci aggiungiamo un pezzetto di burro per lucidarlo. Poi lo spalmiamo sul dolce e sui lati fino a coprirlo bene. Se è possibile, tirare bene la cioccolata con una spatola, la superficie dovrebbe risultare liscia e compatta.


M: La vostra torta è pronta. A questo punto, potete decidere di scrivere un messaggio sul dolce, con una glassa chiara: qualcosa tipo «Ti amo», «Per sempre», «Sposami». Noi optiamo per un «Ahcomesoffriamo» che va bene con tutto.


C: Buona preparazione a tutti.



PS: Berso, siamo promosse anche stavolta?

11 commenti:

Petit chocolat belge ha detto...

Ma siete delle grandi!! Potrei riuscire a farla anch'io con queste istruzioni!.. Ma di che vi lamentate? Scrivete su quella torta qualcosa di più carino e invitate un pò di gente, vedrete che non vi sentire per niente sole e abbandonate.. Un bacione!!

LA CONIGLIA ha detto...

torta stupenda...posso venire a mangiarla con voi? a patto che poi posso dormire 'a stella' in mezzo a voi :)

il para ha detto...

dovrò farmi installare un forno in parafarmacia così posso farla anche io...bella ricetta davvero!
Ora prendo le pagine gialle e telefono al signor ariston!
Ah, se nettuno non può vengo io a mangiare la torta da voi!!

MioCapitano ha detto...

Torta stupenda. Peccato che io non abbia nessuno che me la prepari, la mia lei è lontana. Ciao e buon san Valentino.

Baol ha detto...

Ma lo sapete che noi vi vogliamo bene!!!! :* :* :*

Anonimo ha detto...

burro e cioccolato si sciolgono bene anche a bassa temperatura in microonde.
Grazie! Mi avete ispirato... sabato pomeriggio vedo il mio ex e, magari, (visto che mi ha mollata x una che, a sua volta lo ha già mollato) gli faccio trovare una tortina a forma di cuore... ma con un bel messaggio... :-D …magari anche “haaaaaa come soffro!” ...capirà quanto lo prendo x il culo?
....ma quanto sono derelitta anche io!??!? ;-)

Master of Fouls ha detto...

boh...io preferisco San Faustino...anche la Cally penso...eh eh eh

XXX

MoF

S.B. ha detto...

Che buona !!

Isabel Green ha detto...

vi giuro che me ne ero completamente dimenticata ;)

Adamo ha detto...

Magari domani sera..preso da un attacco di depressione mi metto a farla....comunque come tipo di torta e' buonissima...ma quella forma non fa per me!!!!Ahhhh...come soffro!!!!Bacio!!

Mirtilla ha detto...

siete favolose ragazze!!!!
mirtilla