mercoledì 4 giugno 2008

Sondaggiami tutta!

L’altro ieri stavo correndo per casa dei miei nel vano tentativo di raccattare due o tre cose che mi servivano. A un certo punto, mentre valutavo se portarmi via i sandali coloro oro o color argento, suona il telefono: mammà urla dall’altra parte dell’appartamento «Callyyyyyyyyyyyyyyyy, tira su tuuuuuuuuuuuuuuuu…». E io rispondo.

All’altro capo del filo un operatore con la voce flautata mi dice che il mio numero è stato selezionato automaticamente da un pc per un sondaggio di «Mondo Oggi», e chiede se può rubarmi qualche minuto. Mi sciorina l’informativa per la privacy e mi spiega come saranno utilizzati i miei dati. Siccome chi fa questo lavoro mi fa una pena tremenda, visto che saranno più le cornette riattaccategli in faccia che le risposte affermative, decido di rispondere alle domande.

L’omino mi informa che l’inchiesta di giugno verterà sui tabù.

O: Lei sa cos’è un tabù?
Perdiana, sono un’insegnante, ci mancherebbe…
C: Bè, qualcosa di proibito dal senso comune della gente, qualcosa di scabroso…
O: Molto bene. E secondo lei, quale ambito è più interessato dai tabù?
C: Immagino quello sessuale.
O: Infatti: la nostra inchiesta verte proprio sui tabù sessuali. Ora, posso farle qualche domanda più, come dire, intima? Le ricordo che i suoi dati non verranno resi noti singolarmente, ma inseriti in un sondaggio che…
C: Sì, sì, chieda pure.

Ora, quando io ho detto questa cosa, non pensavo che mi sarei trovata in mezzo al gioco della verità formato sondaggio. Ma non saprei descrivere se ero più imbarazzata io o l’intervistatore.

O: Ehm, dunque… A quanti anni ha avuto il suo primo rapporto sessuale completo?
C: Diciotto…
O: Era una relazione o un evento occasionale.
C: Relazione. (Il mio morosino del liceo, com’era carino…)
O: Ehhh, soddisfacente o traumatico?
C: Soddisfacente.
O: E quando l’ultimo?
C: Uhm, ecco, veramente… Tre giorni fa. (BUGIAAAAAA, ma fatemi fare bella figura…)
O: Occasionale o relazione?
C: Relazione. (Una bella donna come me, single? Sia mai…)

Poi inizia il delirio.

O: Secondo lei la masturbazione è un tabù?
C: Farlo no, parlarne sì.
O: A quanti anni si è masturbata per la prima volta?
C: Ho appunto detto che è un tabù, no?
O: Ehm…

USSIGNUR!

O: E, come dire, in quest’ambito ha praticato metodi alternativi a quello «tradizionale»?
C: Scusi, c’è un modo tradizionale? No, perché veramente…
O: Ehh, no, non so, qui c’è scritto così, io non saprei.
C: Vabbè, vabbè: scriva no.

È evidente che il questionario l’ha pensato un uomo.

O: Ha mai praticato sesso orale?
C: Sì.
O: Completo?
C: Sì.
O: Cosa intende per completo?
C: Senta, io non vedo molte possibilità…
O: Eh, no, infatti, ma sa, insomma, la domanda…

Potevo dargli l’indirizzo del blog, magari si arrangiava con quello.

E così via per una lunga fila di domande, che comprendevano, tra le altre, le seguenti.

Ha mai praticato sesso anale? (Eh, noi precari lo prendiamo nel culo da una vita…)
Ha mai usato, ehhhm, oggettistica? Se si, da sola o col partner? (Il tostapane rientra nel novero degli oggetti del peccato?)
Si è mai fatta fotografare nuda? Riprendere? Se si, il materiale è ancora in suo possesso o è stato eliminato? (Tutto pubblicato su abbbiondamia.org, caro)
Ha mai fatto sesso con una donna? Le piacerebbe? (ARGH!)
Durante il rapporto, le piace che il partner parli? (Certo, se mi legge l’elenco del telefono do via di testa…)
È mai stata vista mentre faceva sesso? (E che ne so?)
Possiede in casa materiale pornografico? (Certo, tutto autoprodotto…)
Praticherebbe sesso con più di una persona contemporaneamente? (Intanto basterebbe praticarlo con una, il resto è troppa grazia, non oserei chiedere…)

Dieci minuti e mille domande dopo, l’operatore si è congedato, ringraziandomi per la cortesia. Ho avuto il dubbio atroce che potesse essere un mio studente che pubblicherà la mia intervista sul giornalino scolastico. Ma non sarebbe stato così bravo nel riportare l’informativa sulla privacy, visto che in diritto fanno tutti schifo.

Me ne vado verso la cucina, dove mamma Callisti sta potando una pianta.
MC: Chi era?
C: Uno di un sondaggio sui tabù.
MC: Ah, potevi passarmelo, facevo io, se tu avevi da fare…
C: Ma no, fa niente…

Ad averlo saputo prima, le avrei ceduto volentieri l’onore: ovviamente godendomi lo spettacolo in prima fila…

16 commenti:

Pupottina ha detto...

ahahahahahahah
le domandee le tue risposte mi hanno fatta crepare di risate.... troppo forte!!! ahahahahah... ma li fanno davvero questi sondaggi???? assurdi!!!
questo post mi ha dato vari spunti...
ciao e buona giornata

Lady Cocca ha detto...

in realtà avrei voluto vedere la faccia dell'operatore mentre faceva le domande.. :D

rompina ha detto...

oddio...ma sai che l'ipotesi scherzo e' balenata anche nella mia mente contorta...? :oD

Francesca ha detto...

care derelitte... questa ve la devo proprio raccontare... credo di aver incontrato mario, l'uomo di qualche post più sotto!
ieri esco dal lavoro, tacchetto felice verso la metro con i miei sandaletti sbrilluccicosi, e un ragazzo in macchina, giovane, abbastanza carino, mi fa un cenno.
spengo il lettore mp3 e accosto per sentire cosa vuole (ok, sono single!).
mi chiede qualcosa, che presumo essere un'informazione, in francese (vivo a bruxelles).
chiedo di ripetere più lentamente.
ripete, ma ancora non capisco.
però noto che sta indicando il sedile vuoto accanto al suo... quindi forse mi sta offrendo un passaggio???
gli dico che proprio non lo capisco, ma non si scoraggia, e ripete la domanda in inglese.
e la domanda è:
"per favore, saresti così gentile da salire in macchina per soli 2 minuti e lasciarmi toccare le tue dita dei piedi?".
!!!!!

Baol ha detto...

Vabbè...ma come cavolo è che ha me capitano solo sondaggi politici? Che vita grama...


Avete letto la mia versione del vostro blog, nel mio ultimo post? :D

Stefano ha detto...

personalmente avrei pensato ad uno scherzo ben organizzato ;)

Isabel Green ha detto...

ahahahahah

Bk ha detto...

sei incredibile...

La Lunga ha detto...

dì, ti fanno ancora pena i sondaggisti?

Petit chocolat belge ha detto...

@ FRANCESCA: Ma daaaaai! vivo anch'io a Bruxelles!!! Magari una volta si potrebbe incontrarsi a Place du Luxembourg o alla Piola Libri se ti va! Hai un email "da blog" dove sentirci?

Baci!

Scorpio79 ha detto...

Cally, e se invece di essere uno degli studenti fosse stato un insegnante o peggio ancora IL PRESIDE??? Tornando a scuola oggi non hai notato facce sospette o sorrisini un po' troppo falsi? Sai com'è... Ciao Scorpio79

Anonimo ha detto...

Ommioddio!!

pink sociologa ha detto...

A me chiamano solamente quelli della BoFrost! Oltretutto, i miei non hanno mai comprato nulla da loro, quindi su cosa mi fanno i sondaggi? Evito di rispondere.
Tengo fede a ciò che ho studiato per un esame che riguardava le statistiche sociologiche ;)

S.B. ha detto...

Le devi registrare queste telefonate !! :-)

Pappina ha detto...

cally, non vorrei portarti sfiga, ma o esce entro 10 gg un articolo su Espresso o cose così sui tabù degli Italiani, o sottostimi qualcuno (studente, prof, preside, sbavatore, ex, vecchiomaiale, etc etc)!

gg ha detto...

Io ho provato ada andare su abbbiondamia.org, ma mi dice che non esiste...