lunedì 9 luglio 2007

Ridiamo per non piangere ....

Estate 2005. Da poco tornata dall’ormai famosissima e famigerata vacanza salentina. Un fittissimo scambio di sms e telefonate con la meraviglia caratterizza le mie tristi e malinconiche giornate in città.
Una notte faccio un sogno, ovviamente con Lex protagonista. Un sogno moooolto grrr.
E come non rendere partecipe l’uomo dei miei sogni delle mie fantasie notturne??? Ehhhh non si può, soprattutto considerando il fatto che qualche giorno dopo lo avrei raggiunto per passare il week end assieme. Della serie “scaldiamo ulteriormente l’atmosfera che non fa mai male”
Ripasso velocemente le regole fondamentali per mandare gli sms porno (non erano ancora scritte e definitive ma una bozza ce l’avevamo). Personalizzo, descrivo, stuzzico … e alla fine ho quattro pagine di messaggio che in confronto un film di Tinto Brass gli fa una pippa (che detto così potrebbe anche rimanere in tema).
Rileggo mille volte per essere sicura di non avere fatto errori, scelgo un orario adeguato (in questo caso, trattandosi di un sogno, l’ho spedito di prima mattina), seleziono LEX e invio. Il rapporto di consegna mi avvisa pressoché immediatamente che il mio sms “non sai che ti farei” è arrivato al destinatario.
Impaziente attendo un riscontro dalla mia meraviglia. Ma dal sud il silenzio è talmente forte che quasi crea l’eco.
Niente di niente. Nessun messaggio di risposta. Nessuna telefonata.
Pensiero romantico durante le prime due ore di silenzio: “oh … la mia meraviglia è rimasta stupita dal mio messaggio e non sa come rispondermi”
Pensiero delirante nelle successive tre ore “… magari preso dall’entusiasmo ha deciso di farmi una sorpresa e viene a trovarmi lui ….” (ok, potete anche compatirmi e deridermi per aver considerato questa possibilità … avete il mio permesso)
Pensiero suicida nelle ore seguenti “ahhhh … il mio messaggio gli ha fatto schifo! Sono una donna inutile… come posso uccidermi senza soffrire troppo? (al tempo non eravamo così amiche del Nettuno e non avevamo ancora preso in considerazione la possibilità di appenderci al suo tridente)
Una giornata intera di silenzio. Per trattenermi dal chiamarlo mi fascio le mani in modo da togliermi la funzione di opponibilità dei pollici e impedirmi di digitare i tastini del telefono.
A metà mattina del giorno seguente il mio telefono suona. Una serie di numeretti sconosciuti compare sul display. Rispondo con un tono “chi è che mi rompe le palle? Sono una donna triste e sono pure in pausa caffè”
Dall’altra parte sento “Beddha … ciao, buongiorno tesoro!”
M: “Lex???? Oddio … ciaoooo … come stai, meraviglia? Tutto bene?”
L: “si, tutto ok … scusami se ieri non ti ho chiamato ma ho dovuto cambiare gestore telefonico. Con l’altro spendevo troppo. Mi sono comprato la SIM nuova ma me l’hanno attivata soltanto stamattina”
M: “ahhhh … ecco … ero un pochino preoccupata, non sentendoti tutto il giorno, ma ho pensato avessi da fare” (bugia, bugia, bugia … in realtà ti ho maledetto in tutte le lingue, conosciute e non, e ti ho anche lanciato una macumba che prevedeva l’impossibilità di usufruire ancora delle tue parti intime … ma adesso ritiro tutto … giuro!)
L: “nooo, amore mio (ahhhh mi ha chiamato amore mio … !!!), non potevo proprio chiamarti … scusa”
M: “ma non c’è problema, figurati! … ma dimmi … ieri non hai ricevuto, quindi, il mio messaggio?” (dovevo pur, in qualche modo, verificare se avevo ancora il mio sex appeal o se l’avevo dimenticato sul rullo trasportatore del ritiro bagagli all’aeroporto di Verona!)
L: “ oh, mi hai mandato un messaggio? No, non l’ho letto … mi spiace! Ma ho dato la mia scheda a mio padre. Ora il mio vecchio numero lo usa lui”
M: “…” (silenzio di tomba)
L: “Mafy???”
M: “… toc … toc …” (silenzio con dei lontani colpi dati dallo sbattere, per disperazione, della derelitta tempia su uno spigolo della scrivania)
L: “Mafy???”
M: “Lex … scusa … ma dirmelo pareva brutto???”
L: “ehhh … ma è stata una decisione presa all’improvviso … ma ti sei arrabbiata perché non ti ho detto nulla?”
M: “Arrabbiata? … ma figurati … toglimi solo una curiosità”
L: “dimmi …”
M: “tuo padre li sa leggere gli sms?”
L: “penso proprio di sì … non sa rispondere … ma li legge!”
M: “… tonf … “ (altro colpo sordo dato dall’accasciarsi al suolo della derelitta)
L: “Mafy??? Ma non stai bene stamattina? Ti sento strana …”
M: “nooo … non preoccuparti … sto benissimo … solo che tuo padre sa benissimo quali sono i miei programmi, nei tuoi confronti, per il prossimo week end … che imbarazzo!”
L: “ oddio … ma che gli hai scritto?” ridendo come un matto
M: “lasciamo perdere, va … meglio che non te lo dica …”
Ci salutiamo.
Dopo una mezz’oretta un beep attira la mia attenzione. Messaggio.
LEX: “… ho sentito mio padre. Dice che che è orgoglioso di me.”

… e sono soddisfazioni …

13 commenti:

LA CONIGLIA ha detto...

Mafy, come te...nessuna ;)

Stefano ha detto...

Esilarante..... ^ ___ ^

Tomas ha detto...

a me è capitato con la madre di una mia "carissima amica" che stavo cercando di indurre in tentazione....

devo dire che l' effetto è stato diverso....

:-(

PiKky_p ha detto...

Incredibile vergogna...
Ma ci vuole proprio una sfiga nera, però!

Sara ha detto...

sto piangendo... non so se per quanto è esilarante o perchè la vergogna si condivide moooolto bene!!

increddddibile! solo a te...

pOpale ha detto...

Io pensavo che ti invitasse a cena fuori ;)

Mi hai fatto sbellicare dalle risate :D

Mafalda ha detto...

@coniglia: per foturna non c'è nessuno come me ... ne basta uno disastro ambulante ... :-)

@stefano: ahhh ... adesso ci rido sopra anch'io ... ma al momento volevo sprofondare, essere risucchiata negli abissi e sparire per sempre ....

@tomas: uhhhh ... immagino che l'effetto sia stato differente. Brutta cosa ...

@pikky_p: in effetti ci vuole sfiga ... e io ne ho avuta parecchia ... vabbèèèè sarà stato felice il suocero!

@sara: no, no ... credibilissimo ... lex ride ancora tantissimo quando glielo ricordo.

@popale: a dire la verità mi aspettavo anch'io un invito dal suocero ... grazie a dio non è successo ... :-)

berso ha detto...

e son soddisfazioni davvero

Pappina ha detto...

Fantastica Mafy!!! Sono morta! Io di figure di merda con gli sms ne ho fatte almeno 3 ma grazie al cielo niente di sessuale!!!

blog_toscano ha detto...

:-))))
allora era vera la storia degli sms mandati ai suoceri.... o presunti tali :-)))

Maurice ha detto...

A me è capitato l'inverso, di essere il destinatario sbagliato. Ho risposto: hai sbagliato numero, purtroppo.

Anonimo ha detto...

meraviglioso...sto ridendo come una scema.. Ottobre

GEORGIA ha detto...

vi ho scoperto solo da due giorni e mi sto divorando tutti i vostri post. Per fortuna sono da sola in ufficio altrimenti mi verrebbe la gastrite a forza di reprimere le risate!!! Mamma mia quanto siete brave!

Riguardo alle figuracce, due miei amici, fratello e sorella, si sono visti arrivare sui rispettivi cellulari un messaggio proveniente dalla madre, che usa quel telefono anche per lavoro..

Tutto regolare, se solo non ci fosse stato scritto "Vuoi trombarmi stasera??". L'aveva mandato a tutta la rubrica!!!!

Baci, Grandissime (Prof., è giusta la virgola?)