mercoledì 4 luglio 2007

Dottora part 2: la festa.

Per celebrare degnamente il passaggio di stato da dottoranda a disoccupata, ho prenotato un buffet con musica in una sala con terrazza di una villa trentina, con circa venticinque invitati.

Grazie alla goliardia universitaria tipica del nord-est italiano, da dottoressa bon ton in tubino nero sono stata trasformata in «Regina di cuori» (la sputtanata è palese, visto il mio disastroso status sentimentale…): hot pants rossi, scarpe rosse con 12 cm di tacco, canotta nera con scritta «regina di cuori» brillantinata, microfono con cuore, cuori imbottiti in testa e sparpagliati dapperutto sul ridottissimo abbigliamento.

Immediatamente dopo il travestimento, sono stata sottoposta alla lettura del papiro, dove troneggiava un gigantesco fotomontaggio della sottoscritta con alle spalle un nerboruto Gabriele d’Annunzio. Inutile dire che non mi stava propriamente abbracciando.

Tra lettura, giochi e scherzi vari, sono stata costretta a bermi un litro abbondante di vodka lemon e a cantare «Tanta voglia di osei», liberamente tratta da «Tanta voglia di lei», dei tanto amati Pooh…

A questo punto,per raccontarvi lo svolgimento della serata, si procede per cose che ricordo e altre che ho scoperto dalle foto… Che posso fornire dietro lauto compenso (sono disoccupata, devo iniziare a raccattare denaro in qualche modo).

Cosa ricordo

  1. Di aver cazziato il cameriere che aveva messo in tavola le bottiglie di vino rosato, mentre io avevo espressamente richiesto rosso e bianco. Conciata com’ero, deve proprio essersi spaventato: l’autorevolezza in persona.
  2. Di aver ballato la «Calimero dance» e pure «Il gatto puzzolone» e «Le tagliatelle di nonna Pina». Ma con tutti i miei amici: quindi poche storie, perché io ero ubriaca, loro molto meno…
  3. Di aver baciato in bocca un mio amico d’infanzia, ma solo perché avevo sbagliato mira.
  4. Di aver scartato i regali, mostrandoli tutti passeggiando avanti e indietro modello valletta di «Ok il prezzo è giusto», tra urla entusiastiche («Cen-to, cen-to, cen-to…»).
  5. Di esermi sdraiata sul tappeto dell'ingresso di casa mia appena rientrata (alle due e mezza di notte) e di aver implorato il mio accompagnatore (grazie, Duca) per avere una tazza di tisana. Derelitta inside.

Cosa non ricordo

  1. Di essermi messa in posa per metà delle foto che ho fatto. In due sono sdraiata sul davanzale di una finestra, in un’altra su una scala. Ma non sono da sola… Le altre sono indescrivibili.
  2. Di aver infilato il microfono con il cuore nella scollatura e di aver vagato felice cantando canzoni a casaccio.
  3. Di essere andata a chiedere che ci portassero la torta, conciata com’ero, passando davanti al ristorante della villa.
  4. Di aver mangiato la foglia di marzapane della torta con la Ubi, modello Lilli e il Vagabondo.
  5. Di aver costretto la Mafy a bere una sorsata di vodka lemon dalla bottiglia che mi avevano legato alla mano con del nastro adesivo…
  6. Di aver fatto finta di essere Sailor Moon (la foto parla).
  7. Di aver ballato qualsiasi cosa sculettando, incurante della fila di camerieri che si è piazzata in fondo alla sala per assistere allo spettacolo. Probabilmente le mogli o le fidanzate mi devono ringraziare per eventuali effusioni notturne.

In conclusione: ora è finita sul serio. Da regina di cuori ritorno derelitta… Ma pur sempre con un nuovo diploma sul muro.

12 commenti:

PiKky_p ha detto...

una festa davvero memorabile... per i tuoi invitati, ovviamente!
Non puoi negarci le foto, Cally!

S.B. ha detto...

Certo che chiedere all'accompagnatore "una tazza di tisana" è proprio da derelitta ! :-D
Ah.. dimenticavo.. LE FOTO ??

Tomas ha detto...

Tra Il gatto puzzolone e gli invitati che ti urlano Cen-to Cen-to non so cosa mi ha fatto ridere di più....
:-DDDDDDDDD

Vogliamo vedere le foto !!!!

blog_toscano ha detto...

eh eh...forte la festa :-) Nel nord-est con l'alcol ci date pesi, eh? :-)
Dai dai, speriamo ora lo status di disoccupata duri per poco.
congratulazioni di nuovo,
ciao

Mafalda ha detto...

cally ... se ti venisse l'idea di fare l'ennesima laurea ... sappi che con le foto di questa festa abbiamo materiale valido per farne sei o sette di cartelloni goliardici .... ATTENTAAAAAAAA!!!!

LA CONIGLIA ha detto...

Allora. Mafy ieri l'ho già detto alla cally voglio anche io questa cosa del papiro quando mi laureo!!!!Qui non si usa!!!Ma sono morta dalle risate già come ho visto le foto(hihihihihihihi io le ho visteeeee)e da li si capiva tutto di com'è andata la serata...Ah un'altra cosa: siete due gnocche da paura alla festa, e anche la Ubi che bella!!! ma che vi mettono nel biberon in Trentino????

Callista ha detto...

@pikky: come no? certo che posso! ;-)
@s.b.: cosa dovevo chiedere? un vodka lemon? Ah, forse ti riferivi ad altro... Ehm... L'alcool non mi fa tanto bene!
@tomas: e non hai visto tutto live, sennò eri ancora lì che ti rotolavi...
@toscano: più che con l'alcool direi con la goliardia, maledetti...
@mafy: se mio venisse idea di fare qualsiasi altra cosa, SPARAMI.
@conoglia: tutto merito della polenta! Ma poi senti chi parla, la gnocca del tirreno!

Galadriel ha detto...

insomma il devasto totale...molto bene ;)

Petit chocolat belge ha detto...

Congratulazioni ancora e soprattutto grazie di esistere!

Luca ha detto...

Bellisimo report!
Il "Gatto puzzolone" deve far troppo ridere.

Vogliamo le foto! Vogliamo le foto!
Dacci le coordinate bancarie per il bonifico!

titty ha detto...

che bei momenti...!!!!

Greg ha detto...

E vabbè...ogni tanto fa bene sballarsi...dopo un titolo come quello conquistato da te ci sta tutta! Io al posto tuo avrei addirittura sfiorato il coma etilico!
Ciao