giovedì 17 gennaio 2008

Chi trova una morosa, trova un tesoro (?)

Un amico delle derelitte ha trovato la morosa. Da un po’, qualche mese, diciamo. E da qualche mese ci sta sfinendo perché vuole che conosciamo la donna in questione.

Ora, diciamocela tutta: il fatto che anche questo single disperato si sia accasato ci sta un po’ sulle palle. Tutti si amano, tranne noi (non contando l’amore ineffabile che ci lega l’un l’altra, beninteso). Abbiamo rimandato per un po’ l’incontro, ma avevamo finito le scuse, e così ci è toccata la cenetta nel «nido d’amore», ossia la casa di lui. Fino all’altro ieri era una specie di porcile: ora si è trasformata improvvisamente nel «buen retiro». Nauseante.

Chiediamo all’amico cosa possiamo portare: del vino, un dolce, un liquore? Lui risponde «Niente, fa tutto la mia ragazza… Mi raccomando, ragazze, mangiate, sennò si offende». E come no, figuriamoci, noi siamo due trinciaforaggi da competizione. Ci vestiamo amichevoli, tipo «vecchie amiche da cui non devi temere nulla – il tuo uomo non ci piace» e andiamo.

Ci ritroviamo in sei: noi due, la coppia dell’anno e altri due amici, maschi, di lui. Un tragico tentativo di appuntamento al buio, bloccato sul nascere da Mafalda che alla domanda «Siete fidanzate, ragazze?» risponde «No, grazie al cielo!».

La morosa in questione è molto graziosa: mora, ben fatta, con degli occhialini da brava ragazza. Ci stringe la mano con vigore e con apparente simpatia. Partiamo col piede giusto, almeno finché la creatura amata non apre bocca. Una tragedia. La fanciulla, Biancaneve del 2008, parla come uno scaricatore di porto: dialetto brutto brutto, infarcito da variopinte parolacce. Il nostro amico si è fidanzato con la bambina dell’esorcista cresciuta: aspetto innocuo e turpiloquio libero.

Ci sediamo a tavola. Miss Bon Ton, amichevolmente soprannominata Galatea, serve la pasta, scodellando porzioni da caserma con la grazia di un SS: io e la Mafy iniziamo a capire perché il nostro amico ci ha raccomandato di mangiare. La pasta è una cosa informe e orrenda, tutta appiccicaticcia. All’invito di non fare complimenti, perché per dopo ha fatto solo il tiramisù, veniamo colte dal terrore. Moriremo a causa di savoiardi troppo imbevuti di caffè o secchi da tirarli nei muri? O forse per il botulino nel mascarpone? Per fortuna amiamo il rischio…
Facciamo comunque buon viso a cattivo gioco (siamo brave amiche, tutto sommato) e ingoiamo palle di spaghetti, parlando del più e del meno.
Fino all’intervento dell’amico numero 1:

A1: Allora, Galatea, come va con quest’uomo? È bravo?
G: Ah, vara… No ve digo cossa che ghe combino… (Ah, guarda, non vi dico cosa gli combino)
A2: In che senso?

Callista e Mafalda ruminano gli spaghetti.

G: Ieri sera… Gh’ho fat passar mi la voia per en pezzot. G’ho dat soto, chi, su ‘sta tavola… (Ieri sera, gli ho fatto passare la voglia per un po’. Ci ho dato dentro, qui, su questo tavolo…).

Momento di panico delle derelitte: bolo alimentare in bocca e mandibola penzoloni. Scena orrenda e scenario ancora peggiore, visto che sul tavolo del peccato ci stavamo mangiando…

C: Mafy, vuoi un po’ di pane?
M: Evviva le tovagliette all’americana… Sob…

Ma Galatea non aveva ancora terminato.

G: Amoreeeee, anzi, faghe veder cossa che t’ho fat… (Amore, anzi, fai vedere cosa ti ho fatto).

Il povero moroso caccia le mani da sotto il tavolo: mostrando delle unghie tagliate talmente corte da far impressione. Carne viva.

C: Oddio, ma cosa hai fatto?
M: Stai imparando a fare l’estetista?
G: Noooooo… L’è perché senò quando che el me meteva le man en te le mudande, el me sgriffava su tut! Son nada en giro ‘na stimana con le piaghe (no, è perché sennò quando mi metteva le mani nelle mutande mi graffiava tutta. Sono andata in giro una settimana con le piaghe).

E lei ha un uomo, signori.

33 commenti:

Lillo ha detto...

Ossignur...

Fatevi delle domande!

Anonimo ha detto...

Ciao mi chiamo Maria e vi sto leggendo da un sacco di tempo. Mi piacete proprio un sacco per come e cosa scrivete.
Ma questo post mi ha fatto piegare in due dal ridere.
Vi devo salutare perchè sono al lavoro e non posso ridere come una scema davanti al pc.
Buon proseguimento girls.

aziz ha detto...

SE DU VUOLE ANGHE DU BUO' DROVARE UOMO, IO BER ESEMBIO!
ANGHE IO SBATTO TE SU TAVOLO!

rompina ha detto...

lo dico sempre io...piu' sono grezze e stronze e piu' acchiappano...sigh!

magari possiamo farci dare qualche lezione...che sara' mai passare sopra anni di buone maniere, femminilita', buona cucina...amiche derelitte, arrendiamoci all'evidenza...! :o(

PS: ora chiudo pure io, perche' pur essendo in un ufficio tutto mio, ho dovuto soffocare le risate per non farmi sentire dai colleghi di la'...siete troppo forti!!! ;o)

Fragola ha detto...

Oddioddioddio che ridere!
Era dai tempi di Barbie Cuor di Cipresso che non ridevo così!

un uomo a caso ha detto...

Siete voi donne che vi fate tanti problemi.. che fate la lista dei vestiti da avere nel guardaroba.. che cercate nell'uomo l'amicizia, la complicità, la sicurezza, l'allegria, la comunicazione, la sincerità quando all'uomo bastano solo 2 cose..

-che gliela diate
-che non rompiate le palle

Meditate, donne.. meditate!

Isabel Green ha detto...

ma il vostro amico si rende conto in che casino si è messo?

MariCri ha detto...

questa Galatea diventerà un personaggio da far concorrenza a Saraminchia e Barbie cuor di cipresso, ne sono certa. ma non vi si può leggere in pubblico, sono in aula informatica e ci sono dei colleghi che mi guardano starno, avranno visto le mie smorfie per non scoppiare a ridere?? :))

MariCri ha detto...

scusate se mi intrometto ancora..."l'uomo a caso" di cui sopra mi ha colpita per la profondità del suo pensiero... :) meditate ragazze prima di accasarvi!

Baol ha detto...

Dite la verità, ve lo siete inventato, vi prego, ditemi che ve lo siete inventato! Non ci posso credere! Nooooo....ma come ha fatto il vostro amico? ! O Signuuuuuuuur!!!

LA CONIGLIA ha detto...

Amichineeeeeeeeeeeeeeeeesono tornataaaaaaaaaaaaa!!!!E che vi trovo???Il blogghino tutto nuovo ma che bello!!!!Mi piace tanto tanto tanto!!!Molto chic ;)

Mille baci affettuosissimi dalla vostra dolce coniglia :)

LoStupido ha detto...

leggendo questo post ho maturato una teoria:
la morosa è come un cane. cerchi sempre quello che ti assomiglia di più ma poi ti passa sotto casa un bastardo abbandonato e dato che sei infinitamente buono te lo porti a casa. Ma se è solo solo e abbandonato per strada c'è un motivo. I bastardi non vivono bene in cattività. Se invece lo trovi di razza, sarà fedele amichevole. Solo che costa una cifra e va curato bene. e per assere ancora più sicuri che non faccia dei danni, sterillizzatelo! maschio o femmina che sia.
Criticatemi se siete capaci! :D

marco ha detto...

Un po' fuori argomento ma ho una curiosità. Ammettiamo che una delle due derelitte trovi l'uomo della sua vita, che la porta via sul suo cabriolet bianco. Insomma sì, che si innamori veramente e veramente ricambiata. Che succederebbe a "il diario delle derelitte"? Diventerebbe "il diario della derelitta"? Chiuderebbe? Diventerebbe "il diario di una derelitta e di una felicemente accoppiata"? Perchè può capitare sapete? E noi? Resteremmo senza questo blog?

VIPERA76 ha detto...

Cavolo, questa è più vastasa di me! ;-D

ice ha detto...

stikazzi! complimentoni alla bella rosellina di prato che il vostro amichetto ha trovato...mi sorge un pensiero- se voleva fare della carità non poteva andare a fare del volontariato?

ma le avete almeno ruttato in faccia gli spaghetti/colla.
lei mi sa che avrebbe gratifo n'a cifffraaaa

( brrrrr rabbrividisco)

mario ha detto...

mio dio!!!!!!!!!!!!!!!!1
ma che roba è!!!ma è una grezzona!!!
ma il vostro amico come fa...
sicuramente la tizia fa del buon sesso.....
ahahhahahaha io mi sarei morto dalle risate durante la cena.....
cmq mi fa ricordare una amica mia
una volta le dissi:
dio mio puzzi!!
e lei:
guarda che ma a lavo a fregna

zefirina ha detto...

ma li morte'...
che tipa fina sta tipa
anvedi.......

(devo studiare meglio il romanesco...)

ma siete rimaste fino alla fine della cena???
senza fare nemmeno una battutina????

Don Verga ha detto...

AAAAHHHHHHHH
PECCATRICI PECCAMINOSE
LE PERSONE NON SI GIUDICANO DA COME SI COMPORTANO MA DA QUELLO CHE HANNO DENTRO
VENITE A TROVARMI IN CANONICA QUESTA SERA DOPO L'APERITIVO
HO IN MENTE UN BEL ROSARIO PER VOI

Stefano ha detto...

......oh mamma mia...!

"The ArtiSt" ha detto...

Mi sono venuti i lacrimoni agli occhi a leggere questo post...troppo divertente e poi vuol dire che c'è speranza per tutti...

Master of Fouls ha detto...

@uomo a caso: ammazzati!

@derelitte: siete sempre le numero 1...

MoF

un uomo a caso ha detto...

@Master of Deap Throat: succhiamelo!

Maurizia ha detto...

non so come avete fatto a non scoppiare a ridere...o a piangere!!!!
Baci!

p.s.uomo a caso,...medita...

Lillo ha detto...

@Jury: il tuo paragone con il cane, oltre ad essere veramente di cattivo gusto (roba che neanche io sarei riuscito a far peggio, ma anche sì), è pure una cagata su tutta la linea.

Ho personalmente portato a casa due cani che erano bastardi & abbandonati, ed ancora mi domando (ad anni di distanza dalla loro dipartita) come fosse stato possibile abbandonare due esseri così meravigliosi.

Il 90% delle volte il problema non è il cane, ma il padrone.

E questo, purtroppo, vale anche applicato al tuo (biasimabile) paragone.

Vergognati!

:D

-Lillo.

Anonimo ha detto...

Mi diverto molto a leggere i vostri resoconti bridgettiani (prof. mi passi il neologismo....). Scrivete davvero bene. C'è qualche illustre che dice che l'arte non può e non deve essere rappresentazione della realtà quindi alcuni scritti delle vostre avventure potrebbero anche essere piccole opere d'arte ben riuscite più che resoconti veritieri... in ogni caso graditissime.. Se invece è tutto preso dal reale... alla faccia delle derelitte... avreste una vita ben più interessante della miglior accasata di turno!!!

Callista ha detto...

Ma quanti commenti e quanti complimenti... troppa grazia.
Benvenuti ai nuovi e bentornati ai vecchi.
Tanto per chiarire i dubbi: quello che leggete è tutto vero, cari. Non potremmo essere tanto fantasiose: la realtà è molto meglio dell'invenzione!
Alle altre scottanti domande (tipo la sorte del blog) risponderemo prossimamente. Grazie degli spunti!
Baci e abbracci a TUTTI.
VI AMIAMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!

Scorpio79 ha detto...

Ecco quella che noi a Brescia definiremmo "una ragazza paesana quadrata", o anche "tajada col podètt" (tagliata con la scure, ovvero persona dotata di ben poca finezza)
Ciao ragazze, siete state nominate. Ma non temete, una volta tanto la cosa vi farà piacere... Ciao Scorpio79

Callista ha detto...

Da noi si dice "taiada zo col manarot"... Penso sia lo stesso!
Corriamo a vedere!

bdp ha detto...

...la finezza in persona, proprio.... +______+

SUPERBIBI ha detto...

non ho parole.......troppo carino il vostro blog

Francesco ha detto...

ah ah ah...

maledette...

Ramskilo ha detto...

non posso credere che tutto ciò sia accaduto... la prossima volta ci potete fornire una registrazione almeno dell'audio delle vostre disavventure? :) grazie!

roberto ha detto...

ciao ragazze... bello qst sito...vorrei approfittare x cercare di fare qualche conoscenza femminile mah, xchè nn tentare? vi aspetto girls scrivetemi.. kiss roberto.bianco69@yahoo.it