mercoledì 2 gennaio 2008

Anno nuovo, casa nuova (parte 1)

Ma dove sarà finita Callista nella settimana tra Natale e Capodanno? In vacanza? In crociera? In un beauty farm a farsi rimettere a nuovo?
Niente di tutto questo, cari lettori. Era solo impegnata a cercare di ultimare il trasloco lasciato a metà.
Ma non solo: infatti, mentre appoggiava con gioia gli asciugamani rosa derelitto in bagno, la vostra Cally è stata colta da una verità insindacabile. Ossia che la casa nuova è completamente priva di tutte quelle cose totalmente inutili che sono vitali per una donna: candele, vasetti, cornici, foto appese dappertutto, umidificatori a forma di Titti, tappetini colorati, piatti di ogni foggia per servirci i torroncini, le noccioline, le olivette, bicchieri con Winnie the pooh, frullino per fare il cappuccino e quant’altro.
Esigenza irrinunciabile: e chi potevo coinvolgere nell’impresa?

C: Mafy, mi accompagni a fare shopping per la casa?
M: Ma se non hai manco iniziato a viverci…
C: Appunto, se non compro qualcosa per arredarla un po’, non ci posso manco pensare. E poi mi serve un copridivano: mi hanno messo il divano blu, mi fa orrore.
M: Ok, ma non ti conviene andare all’Ikea?
C: Sì, più avanti… Vuoi che non trovi niente qui?
M: Ok, andiamo…

Per la cronaca: il giorno seguente siamo andate all’Ikea, ma questa è un’altra storia… Oggi vi racconterò la disfatta dello shopping casalingo trentino.
Primo passo: un magazzinone dove, a sentire un’amica «trovi lenzuola bellissimeeeee».
Siamo scappate dopo tre minuti netti, un po’ per le commesse orrende, un po’ per l’uomo con la tuta in pile viola che si aggirava ai casalinghi, un po’ per un letto che somigliava troppo a una bara, un po’ per la qualità della merce, francamente inquietante. Nonostante tutto, nella disperazione generale, la sottoscritta è riuscita a comprare un portaposate da cassetto, due strofinacci da cucina di cotone rosa che verranno decorati con bordino a punto croce, i feltrini per le sedie, così i vicini del piano di sotto non mi maledicono ogni volta che mi siedo.

Secondo passo: un negozio «Ikea style» a nord di Trento. Cose molto belle, in effetti… Ma carissime. Appena entrate, addocchiamo subito uno scaffale di portacandele.

M: Callyyy, guarda questi!
C: Ne voglio almeno tre.
M: Costano 5 euro l’uno…
C: COSA? Ma sono grandi 3 cm e sono di vetraccio… Scusa, quelli grandi quanto costano?
M: 20 euro. Ma sono ben 7 cm…
C: Non mi piacciono più… Uhhh, guarda, la striscia in lino per il tavolo… MIAMIAMIA!
M: Bella, la prendo pure io… 30 EURO?
C: La faccio io a mano, con 30 euro me ne escono almeno 5… Sono impazziti???
M: Amica, le tovagliette all’americana costano 12 euro l’una.
C: Mettile giù, che se si sporcano poi piango. Amica, scappiamo da qua. Cerco solo se c’è un copridivano, che è fondamentale… Guarda, una commessa, chiedo. Scusi, signora…

CCFDC (commessa con faccia da culo): Sì?
C: Buonasera… Senta, avete dei copridivano?
CCFDC: No.
C: Ehm… Neanche teli grandi?
CCFDC: Abbiamo del foulard tipo etnico… Li trova là.
C: Ok, grazie. Vieni, Mafy?

M: Amica? Ha detto etnici… Non vorrai mica una cosa con gli elefanti sul divano?
C: Magari sono belli… andiamo a vedere!
M: Belli?
C: Ok, fanno cagare. E costano 40 euro???
M: Te li compro dal senegalese che vende gli accendini, va’… Almeno risparmi.
C: Madonna, questo ha su i pesci tropicali e delle bestie strane.
M: Sono scimmie…
C: E cosa ci fanno coi pesci??? Sono animali acquatici?

Morale della favola: sono riuscita a comprare ugualmente qualcosa… Un portapane molto minimal chic e delle lenzuola rosso scarlatto con seconda federa in cotone ecrù (non solo orsetti a casa derelitte) che a dire il vero volevo grigione ma non c’erano, allora forse castagna stanno meglio col letto, e se le prendo panna? No, ne ho già un paio, CALLY MUOVITI SENNO’ TI MOLLO QUI ok, le prendo rosse.
Ridendo come due matte ce ne siamo uscite dal negozio.

C: Amica, voglio morire.
M: Dai, domani ti porto a sperperare lo stipendio all’Ikea, sei contenta?
C: E me lo chiedi? Se legalizzano i matrimoni omosessuali ti sposo…
M: Non sei il mio tipo, hai troppe tette…
C: Mostra…

To be continued (all’Ikea, naturalmente…)

10 commenti:

LA CONIGLIA ha detto...

Aiuto e io che l'ikea non ce l'ho? Qui stiamo facendo la guerra perchè lo aprano, ma la regione non vuole perchè dice che abbiamo troppi centri commerciali...voglio l'ikea e comprarmi tante cazzateeeeee!!! Se no anche io finisco a spendere miliardi per la mia futura casa con i copridivani coloniali con scimmie e pesci!!!
(esisteranno delle scimmie pescatrici?)

Isabel Green ha detto...

giustamente bisognava rimediare!

°giulietto° ha detto...

Gli unici oggetti, forse, che non necessitano di montaggio dell'Ikea sono delle poltroncine in pelle nera, acquistate all'Ikea di Bari, molto belle ed eleganti ma sopratutto pesanti una ventina di chili circa cadauna che alcuni giorni prima di Natale una ragazzo di nome Giulio ha caricato, una per volta per 18 volte, da un furgone scassato sulla sua spalla destra (Vedrai, bello di zia, così sentirai meno il peso) per portarle sotto la pioggia dalla strada al bar in ristrutturazione con vista sul mare dei suoi zii.

E il suo rapporto con l'Ikea non fu più lo stesso...

Lillo ha detto...

Se hai troppe tette per la tua compare, ti prendo io!

:D

Di solito, quando vado all'Ikea, torno con una fila di somarate inutili che mi domando come si possa anche solo concepirle...

Il brutto è che io le compro.

Vabbè.

Mi chiamo Lillo, e soffro di shopping compulsivo.

E queste, care Voi, si chiama outing!

jfabrizio ha detto...

miiiii.. un blog tutto al femminile... io ho invece un blos quasi tutto al maschile....
http://basettoni.blogspot.com/

Scorpio79 ha detto...

Eh, la Ikea... A Brescia c'è uno stabilimento immenso, eppure non ci ho mai messo piede. E il giorno che ci entrerò sarò capace di non comprare nulla... Ciao Scorpio79

S.B. ha detto...

Per passare indenni dall'Ikea bisogna praticare antiche arti zen di concentrazione.
La prossima volta che passo da Trento vi faccio un corso accelerato! ;-)

patty ha detto...

all'ikea son sicura che sarà andata meglio...è un supercovo si stupidate..irresistibili tra l'altro...ma io soffro di shopping compulsivo come lillo O___O

berso ha detto...

e nemmeno un macigno ferma-porta decupageato?
mia moglie c'ha riempito casa e da allora ho perso l'uso di entrambi gli alluci.
Buon Anno Derelitte.


...forse ci sono anch'io alla cena....ssssssss

Baol ha detto...

Eggià....c'è gente coi gusti strani forte eh....