mercoledì 24 giugno 2009

Music by me

Comincio veramente a sospettare di essere vittima di una congiura: vengo abbordata in continuazione da uomini giovani, troppo giovani per essere anche vagamente presi in considerazione. E vagamente impediti o non interessanti.
Maledizione.
Quelli papabili, invece, fanno culo e fischiettano.
Forse telefonando alla Nasa potremmo provare a invertire il circolo vizioso, hai visto mai che loro il pianeta porco bastardo lo riescono a eliminare. Mentre cerchiamo il numero, comunque, ecco cosa accade…
Come detto nel post precedente, la vostra Callista, non contenta di fare solo la professora, si è messa a seguire un altro progetto di lavoro che la porta qua e là per mezzo Trentino. Il che ha dei risvolti interessanti, in quanto si conoscono tante persone e si mettono pure via due lire per i periodi di magra (tipo sempre, visto lo stato pietoso del conto in banca…). Accade spesso che in queste trasferte io venga accoppiata con qualche collega. L’altra sera, ad esempio, ero con una creatura ventitreenne imberbe e anche un tantino impacciata, ma con l’ormone assassino. Alla mia prima affermazione «Però fa un po’ freschino qua» ha risposto offrendosi come scaldina umana. Quando ci hanno portato la cena, che prevedeva pasta alla amatriciana e panino con la lucanica (come nelle migliori tradizioni alpine), di fronte al mio scandalizzato «Gesù, divento ottanta chili», si è profferto in estatiche celebrazioni delle mie curve.
Ma io, come si suol dire, ho fatto orecchie da mercante: molto professionale e riservata.
Ma sapevo e temevo nell’attacco finale. Dopo avermi riaccompagnato a casa, mentre speravo nell’sms di buonanotte della mia meraviglia stitica, puntuale come un sicario è arrivato il messaggio della creatura.«Mi sono trovato benissimo a lavorare con te stasera, sei molto brava e professionale, e poi sei pure bella e simpatica, cosa potrei volere di più?».
Guarda, stella del nord, un’idea su cosa tu possa volere in più ce la potrei anche avere, ma non mi pare il caso di risponderti in questo modo. Quindi ho optato per il messaggio asettico modello «amuchina».
«Idem per me, grazie di tutto e a presto».
Niente da fare, l’uomo ha perseverato.
«Sei stata davvero fantastica, e per questo ti sei aggiudicata una cena non cumulabile o un massaggio con music by me».
Tanto per cominciare mi piacerebbe sapere con cosa potrei cumulare la cena, ma passi. Il dubbio più grande è questo: se lui mette la musica, chi diavolo me lo fa il massaggio? O il «by me» era riferito al massaggio e non alla musica? Oh, sono una professoressa, lasciatemi spaccare il capello sulle questioni lessicali… Ovviamente, di fronte a tanta proposta, potevo essere crudele?
No. Infatti ho fatto di peggio.
«Che donna fortunata, ho vinto un premio! Forse però è meglio se inizio a giocare al lotto, che magari 50 euro li tiro su».
C’è da dire, in onore alla creatura, che ha colto subito e ha smesso di mandare messaggi all’istante. Voto dieci per la prontezza.
Fortunatamente domani lavoro con una collega donna… E se qualcuno osa dire che potrebbe essere anche peggio, giuro che urlo!

9 commenti:

ice ha detto...

scusa ma con tutte le paure che potresti avere...proprio quella degli 80kg???
perchè non hai detto 100 kg che è esagerato...ma 80...è davvero cosi tanto?
adesso mi sono depressa....

sempre di piu--------
sempre di piu--------------

e adesso forza indovinate quanto peso................

Lady Cocca ha detto...

Decisamente meglio il Superenalotto.. O_O

Fra ha detto...

ommiodio, ma tutti a te capitano!!! chissà se esiste una sorta di repellente, tipo raid?!?!
Un bacione
fra

Anonimo ha detto...

Certo che il ragazzotto ci metterà a riprendersi da un simile 2 di picche...

Petit Chocolat belge ha detto...

Sei una mostra! Sei stata troppo crudele, povero piccolo..

Pink ha detto...

Uhm...almeno fatti pagare una cena! :)

Ma|Be ha detto...

secondo me non ti ha risposto più solo perché non l'ha capita....

il che non va di certo a suo vantaggio.
evvabbè.

CHARLIEGOLF ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
CHARLIEGOLF ha detto...

Mi dispiace, ma sei stata proprio cattiva. Cosa ti ha mai fatto di così male!
Le donne a volte non le capisco proprio. Ci sarebbero stati mille modi per allontanarlo.