mercoledì 27 febbraio 2013

Il golpe

Mentre le vostre derelitte scrivono questo post, in tv si susseguono i risultati elettorali.
Vi informiamo, quindi, che abbiamo deciso di fare un colpo di stato. Siamo stufe di questi quattro politici tromboni che si vantano dei loro risultati come se fossero l’unica cosa di loro interesse, quando è evidente che l’Italia avrà la governabilità di una canoa su una pista da pattinaggio. Non ne possiamo più. Instaureremo un’oligarchia tutta al femminile. Basta testosterone, basta bunga bunga, basta inciuci, basta leggi elettorali balorde, che ci si mette due anni a capire come funzionano e si torna sempre al punto di partenza. Proponiamo una bella dittatura rosa, possibilmente con molti lustrini e paillettes, che risollevi questo nostro sventurato paese.

Prima di tutto, via i benefici alle politiche: alle nostre ministre offriremo una borsa di marca e un paio di scarpe costosissime come bonus di presenza. Per il resto, un dignitoso stipendio e degli asili dove lasciare i nani al seguito: così possiamo esercitarci nel nostro ruolo di zie zitelle.

Come uscieri nei vari palazzi metteremo una ventina di cassaintegrati FIAT con tartaruga certificata e muscoli guizzanti: li vestiamo come il David di Michelangelo (come dite? È nudo? Ma tu pensa che peccato…) e ne facciamo gli ambasciatori della bellezza italica nel mondo. Pensate quanto sarebbe contenta la Merkel: dagli incontri con Berlu o con Monti al tripudio di addominali. E l’euro si impenna.

Alla Cultura mettiamo Clio di “Clio Make Up”: con la sua bravura a nascondere miserie, vedi che fa sparire con un po’ di correttore anche i disastri dell’arte italiana. Una spolveratina al Colosseo, un po’ di smalto a Pompei, una passatina di Rimmel ai Bronzi di Riace. E siamo a cavallo, come il Marco Aurelio sul Campidoglio.

Per il ministero dell’Istruzione vogliamo rischiare. Entriamo nella prima scuola pubblica che troviamo sulla strada e preleviamo una qualsiasi precaria storica, con almeno 10 anni di esperienza nella peregrinazione tra un istituto e l’altro. Vedi come te le risolve le magagne della scuola, altro che quei quattro babbei che in una classe manco mai ci hanno messo piede.

Agli Esteri ci mettiamo Laura Pausini: quella vende milioni di dischi in tutto il mondo, canta in 5 lingue e ha sicuramente più buon senso di uno che va a fare le corna a un ministro nella foto ufficiale di un G8. E poi può sempre fondere i Grammy per risanare il debito pubblico estero.

Agli Interni, invece, ci mettiamo Paola Cortellesi: con la situazione che si ritroverà davanti, serve qualcuno di spiritoso. E poi sa fare le imitazioni: non dimentichiamoci che il trasformismo è un requisito fondamentale per fare politica in Italia.

Alla Semplificazione ci mettiamo la Littizzetto: una che riesce a dire “culo” sul palco di Sanremo non può che eliminare gli orpelli superflui. E poi non dimentichiamoci che ha baciato Baudo: ci vuole tanto pelo sullo stomaco, quello che serve per mettere le mani nelle porcherie italiane.

Alle Pari Opportunità ci mettiamo la Giannona Nannini: gay e madre single, ha la grinta giusta per prendere a sberloni qualche uomo. Se non gli viene, può fargli un acuto e stenderlo senza spargimento di sangue.

Metteremo fuori legge lo smalto sbeccato, i capelli secchi, la pelle spenta e grigiastra: tutte le donne che verranno trovate in questo stato saranno costrette a pagare una multa salatissima. Si sa, le signore sono astute e non si faranno cogliere impreparate: non risaneremo le casse statali, ma il “Bel Paese” avrà motivo di essere chiamato così.

Contiamo invece di colmare il deficit con una patrimoniale su tutti gli uomini che fanno culo: quello è un comportamento che manco con le tasse si riuscirebbe a estirpare. E se invece ci riuscissimo, tanto meglio: vivremmo sempre con le pezze al culo, ma felici in amore. E si sa, per stare bene bastano due cuori e una capanna. Basta non doverci pagare l’IMU.

Politicamente vostre

C&M

5 commenti:

valverde ha detto...

Geniali a dir poco, io ci sto!un ben tornate da una vecchia lettrice (alquanto derelitta anche se ormai strega , decrepita e non saggia!;D)
ciao care
valverde

Baol ha detto...

Quasi quasi...praticamente è molto più strutturato del programma del movimento 5 stelle

CHARLIEGOLF ha detto...

Dov'è la scheda elettorale che vi voto immediatamente!

Anonimo ha detto...

Bentornate!
ho iniziato a leggervi nel 2007 in giro per l'europa/italia...poi nel 2011 mi trasferisco a Trento e voi praticamente avete smesso di scrivere! mi sono offesa!!! ;)
Bel programma...io ci sto!
Valentina

Piermatteo ha detto...

a proposito di scuola... http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2013/13-marzo-2013/volantini-contro-preside-tappezzato-l-istituto-valle-212156870834.shtml