venerdì 30 ottobre 2009

Il caro estinto

Per festeggiare degnamente il compleanno, ieri la vostra Callista è andata in camera mortuaria.
Fermi là, non pensate a lutti in famiglia né a un attacco improvviso di necrofilia: è scomparso il papà di un collega di lavoro, e mi sono quindi unita a un gruppo di colleghe che volevano andare a fare le condoglianze direttamente sul posto. Pare che nei paesi si usi così: potevo mica fare la figura della “cittadina” insensibile? No, quindi forza e coraggio.
Si è offerta di prendere la macchina la collega stragnocca di religione, quella che in altro post ha consigliato la libera e selvaggia fornicazione fino al raggiungimento dell’uomo dei sogni. A noi si è unita la collega di matematica amante degli uomini alti e dei piselli lunghi. Ok, abbiamo un corpo docente piuttosto singolare.
La collega di religione ha una macchina inquietante: una Mercedes sportiva alta dieci centimetri da terra, nera con interni chiari. Assolutamente poco visibile. Siamo state abbordate da qualunque uomo per strada (compreso il vigile che ci ha fatto l’occhiolino), attratto prima dal mezzo e poi dal contenuto. Quando si dice la fortuna.
Arrivate in camera mortuaria, abbiamo cercato di mantenere un comportamento adeguato. Ovviamente il proposito è andato in malora in un secondo: perché le varie stanzette che ospitavano i morti, erano prive di nome. Onde evitare di benedire uno sconosciuto, abbiamo mandato in avanscoperta la collega di matematica, che ha sbirciato in tutte le stanzette fino a trovare il nostro caro estinto.
Due secondi di raccoglimento, poi la collega di religione (romana di origine) ha dato il meglio di sé: “Ahò, scusa papà der collega nostro, a te che sei morto ‘un te ne po’ fregà de meno, ma a me er pensiero de morì e de sta dentro ‘na bara co’ tutti che me guardano me fa rabbrividì. A Signò, te prego, famme morì a pancia piena e possibilmente co’ le gambe larghe, che almeno chi me viene a vedè se fa du risate”.
Alla faccia del raccoglimento. Siamo scappate dalla sala in preda alla ridarella. E per fortuna che avevamo l’intercessione divina (?), sennò a quest’ora eravamo tutte incenerite.
E giusto per rimanere in tema, buon Halloween a tutti!

14 commenti:

Baol ha detto...

Buon compleanno (in ritardo)!!!!

Sai, se c'è una materia in cui ho sempre avuto delle lacune è religione...per caso la collega fa ripetizioni?

:D

LA CONIGLIA ha detto...

ieri le risate non sono mancate mi sa ;)

Fra ha detto...

Blasfeme ;P
Un bacione
fra

Lady Cocca ha detto...

Ragazza mia, manco i morti lasci in pace!? ;)

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Ma la tua collega è fantastica!!!
Ad avercene di professoresse di religione così :D

berso ha detto...

quando si dice fare il cascamorto.....

Mara ha detto...

decisamente, avete uno strano corpo docenti... se qualcuna di voi volesse chiedere trasferimento, posso suggerirvi una meta?

Pappina ha detto...

Ciao derelittes, quanto tempo!
Una cortesia: abbracciate per conto mio la collega romana, nel veder la morte ha capito tutto della vita!!!
Bacioni!
(con voi leggere gli arretrati diventa un lavoro, farò quel che posso, eh)

serafina ha detto...

E' chiaro che non avete mai subito una perdita importante , di quelle dolorose che ti lacerano dentro.Mi spiace, vi leggo sempre con piacere ma questa volta mi avete veramente deluse per la mancanza di sensibilità.Pensa se fosse stato un tuo parente: ti sarebbe piaciuto che qualcun'altro si fosse comportato in questo modo?

Anonimo ha detto...

non era mancanza di rispetto
piuttosto un modo di esorcizzare la morte...scherzandoci un po'...

rimane piuttosto il paradosso di andare a salutare una persona che
non si mai cosciuta...

ma ci sono altri paradossi tipo quello di vivere facendo l'insegnate di religione nella scuola dell'obbligo e magari di quella religione nello specifico non ti puo' fregar di meno...

GMAIL ha detto...

opps era l'ineffabile GMAIL...

GMAIL ha detto...

Ma a proposito dov'è che si parla
di questa insegnante di religione
nel blog? ho fatto una ricerca ma
non ho trovato nulla..

GMAIL ha detto...

OKAY SE ilpost insegnante di religione era sul sesso tantrico
allora l'ho trovato (sesso tantrico?) certo andesso che mi viene in mente bisognerebbe chiedere a berlsconi e al ministro gelmini di mettere nei programmi
ministeriali un po' di sesso tantrico fra il teorema di ruffini e l'arcangelo gabrile che annuncia
gravidanze non consuamate (mi sfugge in termine tecnico ero scarsini in religione)

GMAIL ha detto...

gravidanze non consumate è propio
un bel bisticcio :D