lunedì 9 febbraio 2009

Domanda da un milione di dollari

Cari lettori,
oggi le vostre derelitte vogliono interrogarvi su una questione di vitale importanza.
Sarà che siamo giù di allenamento, sarà che siamo indipendenti, sarà che siamo trentine e quindi orse, ma non riusciamo a capire come si faccia a dormire abbracciate a un uomo. Sembra una cosa semplice, ma in realtà le soluzioni possibili non ci hanno dato alcuna soddisfazione.
E qui vediamo già le prime manine polemicamente alzate per fare la fatidica obiezione: «Ma con le meraviglie mica vi siete poste il problema! Ci avete raccontato di aver passato notti intere abbarbicate a loro». E certo! Tutto verissimo: abbiamo detto di aver passato notti intere avvinte come l’edera alle meraviglie. Ma chi ha mai parlato di dormire? Eravamo sveglie e lucidissime, intente a contemplare la bellezza innaturale degli esseri che ci respiravano accanto. Quindi certi problemi di scomodità non si sono mai posti. Anche perché avremmo sofferto in religioso silenzio, e lo abbiamo dimostrato più di una volta e in occasioni ben peggiori.
Ma torniamo al punto: come si dorme abbracciati a un uomo? Iniziamo l’analisi.

1. Posizione del cucchiaio con lui alle spalle





Pro: hai la schiena calda e puoi permetterti di mantenere tutti gli arti in una posizione umana e che concilia il sonno.
Contro: l’uomo, in quanto tale e vivente, respira in una zona compresa tra la sommità della tua calotta cranica e la base del collo, a seconda dell’altezza dell’uomo stesso. Questo comporta sbalzi di temperatura che compromettono la cervicale e un aumento dell’umidità che smoscia la piega. Va bene il romanticismo, ma alzarsi la mattina con la capigliatura di Shirley Temple è assolutamente improponibile.


2. Posizione del cucchiaio con lei alle spalle

Pro: se l’uomo è dotato di ampia e muscolosa schiena, nonché di profumo gradevole, si può infilare il nasino nella zona tra la spalla e il collo e bearsi dell’ambiente piacevole.
Contro: si rischia la perdita dell’arto che abbraccia l’uomo per progressiva riduzione della circolazione sanguigna. L’uomo, infatti, tende ad arpionare il braccio della fanciulla in modo tale che non si riesce più a sfilarlo se non con una tattica diversiva degna dei migliori reparti militari (tipo aspettare che lui si muova di qualche centimetro sollecitato da delicati calcetti nei polpacci). Va bene l’amore, ma le braccia ci servono tutte e due per fare il gesto dell’ombrello, sempre utilissimo e fine.

3. Posizione del sandwich
Pro: ti senti protetta e coccolata.
Contro: lui rischia di non ricevere sufficiente sangue al cervello per via del peso della testa femminile sulle vasi cardiaci: già la testa maschile funziona a corrente alternata in condizioni normali, andare a spegnere l’interruttore definitivamente ci sembra eccessivo. E poi lui è costretto a respirare esattamente sulla fronte di lei, con questo tragico risultato: lui inspira = freddo sulla capoccia; lui espira = caldo sulla capoccia. Dopo due minuti si attua l’effetto condensa, come sul parabrezza della macchina. Va bene la protezione, ma doversi munire di fascetta di spugna elastica sulla fronte per evitare il gocciolamento negli occhi è poco elegante.

4. Posizione del nodo

Pro: si ha ogni centimetro di corpo a contatto con l’altro.
Contro: si rischia la morte per asfissia o, nei casi meno gravi, di respirare l’alito notturno del partner. De gustibus non disputandum est… Ma anche no.
In più, se lui è particolarmente espansivo e fisicamente imponente, esiste il pericolo di una rotazione della donna verso il materasso per via dell’espandersi di lui nel letto, con successiva sovrapposizione dell’uomo al femmineo corpo. La donna si trova quindi sommersa da un enorme manzo addormentato profondamente (e quindi più pesante ancora) e rischia di acciaccarsi come le auto dallo sfasciacarrozze. Va bene la passionalità, ma svegliarsi più larghe di due taglie causa schiacciamento ci crea problemi con il guardaroba: non ci si chiudono più i jeans,

Ora, sappiamo di passare per ciniche, acide e pure un po’ stronze, ma il problema è reale. Metti che ci troviamo un uomo, vorrete mica farci fare brutta figura? Aiutateci, ne va del nostro futuro.
Grazie
Con affetto
C&M

19 commenti:

Pupottina ha detto...

la mia preferita è la posizione 4.... ma anche le altre sono ok.... poi è questione di come si evolve la nottata ;-)

buon inizio settimana

gggiorgiooo ha detto...

Allora....come maschietto è un problema anche per me...la posizione cucchiaio con lui alle spalle non va bene...io non ci dormo...rimango in fase di eccitazione perenne...lancia in resta...non so se avete capito...e una notte così...beh...è dura.. :P
Posizione del cucchiaio invertito....sto con il terrore che girandomi possa schiacciare la bella di turno...vista la penuria di gentili donzelle in giro..beh...non è proprio il caso...
Sandwich? Grazie, non mangio mai dopo mezzanotte! :P Scherzi a parte...è il modo migliore per perdere l'uso di un braccio...il cervello rimane ossigenato a metà...in fondo abbiamo due carotidi...quindi...non vi preoccupate...tanto è risaputo che gli uomini usano (hanno?) comunque mezzo cervello,no?
Ultima posizione: il nodo. A veder la foto mi immagino Alessandro Magno dotato di spadone pronto a dividere la malloppa così intricata....incubo!!!
All'alternativa dei letti separati (orrore!) io scelgo la mano nella mano. Distanti il punto giusto, ma tanto vicini. ;)

takkiaspillo ha detto...

...no, no, nn posso aiutarvi: anche se mi è capitato di avere una "meraviglia" nn l'ho mai fatto fermare/nn mi sono mai fermata a dormire, anche alle 3 di notte, ma FUORI, FUGA: svegliarsi insieme al mattino è troppo impegnativo!!!

francescabianca ha detto...

1 forever!!!

samy ha detto...

Bè dai ... diciamocelo, alla fine il problema si pone solo all'inizio della relazione ... quando si vive in contemplazione della meraviglia cercando il costante contatto fisico come cozze aggrappate allo scoglio... e in quella fase non importa della posizione "cucchiaio" "nodo" o "calamaro gigante delle Galapagos"...ti frega solo di stargli incollata tipo bostik e tutto è incantevole...anche la piega che si arriccia a causa del suo respiro pesante (in tutti i sensi) :-D!!
Col passare del tempo quando dormire insieme diventa una consuetudine ... e la meraviglia ha perso un po' del suo "splendor" perchè ormai l'hai visto in tutte le salse e ti ha deliziato con tuuuuutte le sue "magnifiche" abitudini ... per quanto l'amore sia intenso...10 min di coccole pre-nanna e poi ..a ciascuno il proprio materasso ... anche perchè almeno che non si stia con un osteopata...dormire per 2 anni su un solo fianco potrebbe esser "leggermente" deletereo!! ;-)

Lady Cocca ha detto...

considerando che sia io che lui siamo 2 cavalli di notte e non riusciamo a dormire nella stessa posizione per più di 10 minuti, direi che ci stanno bene tutte e 4.. ;)

LA CONIGLIA ha detto...

amiche il problema è più che serio...Io e il coniglio le abbiamo tentate tutte ma alla fine si fa così: coccole pre sonno con le varie posizioni descritte, poi ci si prende per mano, ognuno nel suo materasso e si dorme!all'alba la coniglia si sveglia e si appolpa al coniglio, che prima grugnisce, ma poi l'accoglie sul petto...un'oretta di non sangue al cervello non gli crea problemi...poi mi scaccia e allora ne tentiamo un'altra, fino al momento della sveglia, decretata dalla coniglia che salta sul letto e fa il solletico al coniglio che le ringhia contro!

Fra ha detto...

allora io parto in posizione 3 poi quando lui rischia la cancrena al braccio su cui poggio la testa passiamo in posizione 2 con l'accortezza di posizionare il mio braccio all'altezza della vita e non dell'ascella per evitare l'arpionaggio fatale!!!
Un bacio
fra

Petit chocolat belge ha detto...

Esiste anche il compromesso schiena contro schiena!...

La Lunga ha detto...

sono l'unica che si allontana il più possibile dal suo uomo!? uno perchè prima di addormentarmi scalcia, due perchè sono una donna indipendente e che diamine! va bene dividere il talamo ma mica tocca starci incollati!

lindöz ha detto...

A letto? Ognuno dalla sua parte del letto, solitamente io cerco il contatto dei piedi (che così rimangono caldi)

Ma|Be ha detto...

schiena a schiena.. decisamente.
e coccole prima di addormentarsi e al risveglio. come noi non apprezziamo questo appiccicume, anche loro saranno lieti di dormire per fatti loro e in Santa Pace...
sisi, ci credo fermamente.
grandi derelitte che argomentate su questioni di tale importanza!

Fragola ha detto...

mi associo a Francescabianca... 1 per sempre!

Mati - Marla ha detto...

Variante del Sandwich.
Uno accanto all'altro, lui tiene il braccio sotto il collo di lei che avrà la testa rialzata sul cuscino in modo da non farglielo andare in cancrena.
Così non vi respirate addosso, non si bloccano circolazioni sanguigne e siamo tutti contenti e addormentati.
[E se vuoi cambiare posizione non lo svegli ;-)]

mina ha detto...

See il letto è una piazza sola è ancora peggio,in quel caso va bene la seconda altrimenti, letti vicini e mano nella mano, poi la buonanotte e vai che si dorme!

Antonio ha detto...

Io preferisco la prima.

Se vi piace la musica, potete venire a trovarmi su http://discoantonio.blogspot.com

marko ha detto...

Scusate ma avete visto dove è la gamba sinistra di lei nella posizione 4? Un minimo di movimento, un sogno agitato, una contrazione muscolare, e son schiacciatine di zebedei. Ahi!

ElioGabalo ha detto...

E l'uomo somatizza? no! no e poi no!
Lasciate che vi illustri l'aspetto mascolino della fazenda.
Fase 1, nel talamo dell'amor, il maschio tampina la meraviglia per approfondire certi aspetti della conoscenza biblica non ancora completamente rivelati.
Fase 2, la femmina ha il mal di testa e propone l'abbraccio platonico di cui sopra nelle quattro varianti del 'sarà bellissimo lo stesso'.
Fase 3, il maschio (astuto come una faina) per raggiungere il suo scopo precipuo, finge di soggiacere ai di lei voleri e abbraccia la meraviglia in posizione del cucchiaio (figura A).
Fase 4, Allungo della mano del maschio fino a raggiungere boa sinistra della meraviglia e arpionamento della suddetta.
Bacio sul collo con morsettini inclusi.
Fase 5, la meraviglia reagisce garrula ai morsettini, sposta la fluente chioma che finisce nel naso del maschio provocando solletico e irritazione delle mucose nasali.
Starnuto, brillantina sulla di lei
permanente, urla e strepiti.
E fu sera e fu mattino, cambio posizione.

Fase 1: Il maschio offeso per la sera precedente, da' di spalle alla femmina, che per consolare il musone, si avvicina e lo abbraccia nella posizione del cucchiaio retroverso (vedi figura B).
Fase 2: riprende coscienza nel maschio la possibilità dello studio biblico così inopinatamente interrotto la notte prima.
Fase 3: Studio della situazione: una rotazione di tutto il busto porterebbe la spalla a contatto del naso della meraviglia con conseguenze fin troppo immaginabili. Quindi il maschio opta per una torsione del solo collo al fine di raggiungere le di lei labbra, non pensando che neanche i gufi e le civette riescono a ruotare la testa in tal guisa. Crampo, spasmo, torcicollo.
E fu sera e fu mattina, cambio posizione...
(to be continued)

Donna Cannone ha detto...

'un gliela fo'! a volte, in casi davvero eccezionali e se contribuisce tanta stanchezza. Ma di solito mi rotolo e scalcio, talvolta rido persino, nel sonno.
Se poi il materasso è a una piazza, impazzisco. NonononoNO!!!!