mercoledì 25 novembre 2009

La crocchetta assassina.

La vostra Mafy il week end scorso è stata in trasferta nella bella città di UABPAS.

Sabato sera andiamo a ballare in una rinomata discoteca del posto. Serata molto divertente. Andiamo a nanna quando il sole già compare sull’orizzonte del mare.
Dormiamo stretti stretti (lo so che non ve ne frega una mazza ma io gongolo al sol pensiero) e ci svegliamo nel bel mezzo del pomeriggio.

Una sola parola vaga prepotente nella nostra mente.
Coccole??? Noooo … troppo romantico
Sesso selvaggio??? Nooo … troppa fatica … dobbiamo prima renderci conto di essere nel mondo dei vivi
Doccia??? Noooo… ho il profumo di UASP addosso … conto di non lavarmi per i prossimi 3 mesi
Caffè??? Nooo … perché la Mafy è una derelitta a tutti gli effetti e si è portata la caffettiera elettrica in modo da svegliare lei e il suo uomo meraviglioso con la “carezza” del caffè a letto.

… l’unica parola che balenava nelle nostre addormentate menti era PAPPAAAAAAA!
Così spinti dalla fame ci siamo vestiti al volo e siamo usciti.
Ora … alle tre di una domenica pomeriggio cosa si trova aperto? Risposta ovvia… McDonald’s.
Mi avvicino sicura alla cassa e ordina due menù grandi e, in preda ad un raptus di fame golosa, le crocchette agli spinaci e i bocconcini di brie.
Alla faccia della dieta.
Orgogliosi come un leone davanti alla preda, prendiamo il nostro vassoio e andiamo a sederci.
Seduta ad un tavolo davanti a mille peccati calorici in compagnia di un uomo meraviglioso? Cosa desiderare di più dalla vita????
Vabbè … qualche idea ce l’avrei … ma non stiamo a fare i puntigliosi.
Azzanno due patatine e mi rendo conto che ho gli occhi più grandi dello stomaco. Infatti sono praticamente già sazia.
Mannaggia a me!
Mangio metà panino e poi mi arrendo alla pienezza. UABPAS se la ride divertito ricordandomi che meno di mezz’ora prima ero uscita dichiarando che mi sarei mangiata anche il tavolo.
Un ragazzetti ci porta le crocchette agli spinaci che prima non erano pronte. Aiutoooo … morire di McDonald’s non è per nulla elegante ma non si possono non assaggiare quelle cose peccaminose.
Cerco di darmi un tono. Scuoto i capelli, accavallo le gambe e sorrido.
Prendo il contenitore delle crocchette e lo apro. O meglio … tento di aprirlo visto che il cartone mi è un tantinellino ostile e si è incastrato. UABPAS si offre di aprire la scatolina.
Sia mai!!!
“Sono una donna indipendente, io, vuoi che non sia capace di aprire una scato…”
TRACK
Il cartone si apre all’improvviso e una delle crocchette cade sul tavolo e inizia a rotolare pericolosamente verso la mia gonna bianca. Nella mente si palesa una scena orribile. Una macchia verde sulla mia gonna candida. Non si può mica ...
Con una mossa degna di un karateka fermo la polpettina di spinacio … solo che la bastardissima si disintegra sotto la mia mano … e gli spinaci roventi si attaccano al palmo.
Una lacrima di dolore spunta dal mio occhietto ceruleo ma maschero la sofferenza sfoggiando un sorriso a 198 denti. UABPAS è piegato in due dal ridere e io non posso far altro che scuotere la testa e ridere assieme a lui.
Prende la mia mano e come si fa con i bambini quando si fanno male comincia a darmi bacini sulla bua dicendo “ma povera la mia bimba bionda che fa i disastri a tavola“.

Che dite … anche stavolta la nomination alla “femme fatale 2009” me la posso scordare, vero?

8 commenti:

Fra ha detto...

dai ammettilo che in realtà era una bieca strategia per prolungare le coccole!!!! missione compiuta mia cara mafy, gonna salva e baciotti portati vittoriosamente a casa ;)
Un bacione
fra

takkiaspillo ha detto...

....va là! che la sai lunga! FURBACCIONA! ;-)
secondo me puoi aprire una scuola di fascino!

jane ha detto...

ma l'acronimo UABPAS cosa significa? ho iniziato a leggere da pochissimo il vostro blog e ancora non m isono messa in pari... scusate ^-^

LA CONIGLIA ha detto...

io quandostavo col coniglio da meno di 2 settimane avevo un gelato su un vassoio. appoggiandolo al tavolo applicai un perfetto effetto 'catapulta' lanciando il gelato dall'altra parte del tavolo...amica, sei in buona compagnia, tranquilla!

Erica ha detto...

Ma che carino UABPAS che ti da i bacini sulla bua! Il mio lui quando mi massacro (che succede spesso) al massimo della dolcezza mi guarda e mi dice:"Che rimbambita.."!

Mafalda ha detto...

@Fra: si, si ... missione compiuta ma palmo della mano ustionato! :-))) e poi, solitamente, uso tecniche mooooolto più bieche per prolungare le coccole :-)

@Tacchiaspillo: ecccccccerto ... la prima lezione sarà "Come sopravvivere ad una figura di merda" ...

@Jane: UABPAS è l'acronimo di "uomo alto bello profumato abbronzato e sexy" ... ma urge trovare un nome adeguato a questo uomo...

@coniglia: sapevo che da te avrei potuto trovare conforto!!! un bacinoooo

@erica: credo che UABPAS pensasse anche moooooooolto peggio di "che rimbambita" ... ma avevo io le chiavi della macchina... era pericoloso esprimersi in quei termini :-)

Mammamsterdam ha detto...

Scherzi? Una che in mezzo secondo e dopo avergliela data riesce farsi chiamare povera bimba bionda, più femme fatale di così, che ai maschi la bionda imbranata che si fa la bua li attizza, vai a sapere perché.

Mafy for president

Baol ha detto...

MAnnò, stavo già per chiederti dove votarti?

(tu dovresti votarti alla Madonna però...amica mia eccheccacchio)