martedì 15 maggio 2007

Abbiamo le prove!

Per tutti coloro che non credevano al fatto che in un attacco di derelittaggine acuta Mafalda avesse preparato il salame di cioccolato nel Salento, con 37 gradi centigradi di media, senza mixer nè mortaio, mescolando gli ingredienti rigorosamente a mano, e tutto questo solo perchè Lex doveva venire a cena e non poteva non finire il pasto senza un dolce rigorosamente fatto dalla sua amata con lo scopo di dimostrare pregiatissime capacità culinarie (la casa era sprovvista di forno, ahimè), questa è la prova incotrovertibile...

Inutile dire che la mano che infierisce è quella della perfida Callista... Volemose bene!




8 commenti:

Marci ha detto...

Sembra un'arma impropria ... Siamo sicuri che la Cally non ha colpito ripetutamente la Maffy e la infilata nella tazza del cesso? La storia della febbre potrebbe essere tutta una copertura!!!

Callista ha detto...

Firuliiii firulaaaa...
:-)

Angie ha detto...

inquietante.. :-D

Alberto ha detto...

buonissimo!!! Non lo mangio da millenni. Proporrei una distribuzione di salamino a tutti noi che commentiamo!

gio_stregacciabuona ha detto...

Ha ragione alberto... anche noi blogger-commentatori abbiamo diritto alla degustazione di questa prelibatezza!!!

Ovvio che quando scendete dovete ripere l'opera, per me... per la vostra stregaccia preferita!!! In cambio io vi porterò in giro per posti scicchissimi... :-D

Mi sembra uno scambio equilibrato!!!!!!!! :-)

Mafalda ha detto...

Salame al cioccolato per tutti ..... evviva!!!!

Baci baci baci

musa capricciosa ha detto...

quello NON è un salame al cioccolato. Vero, Samantha Jones?


;P

Mafalda ha detto...

@musa: cavolo ... mi hai beccata!!!! :-)