giovedì 20 novembre 2008

A ferro e a fuoco

Sembrava troppo bello… Cosa? Che il pianeta porco bastardo si fosse momentaneamente dimenticato di noi. Abbiamo vissuto un periodo di singolare e pacifica apatia, senza combinare disastri o finire involontariamente dentro romanzetti d’appendice di quart’ultimo ordine. Ma ovviamente la tregua doveva finire…

Callista esce con LUI: vanno a pranzo insieme. L’occasione è ghiotta e rapida, perché l’uomo deve cominciare a lavorare presto. Ma decide di dedicare l’ora della pausa pranzo alla vostra derelitta. Che, ovviamente, si presenta con abbigliamento casualmente splendido e capello fresco di piega: sfodera anche il gloss delle grandi occasioni, color rosso «ti ciuccio come una cozza». Uno spettacolo.

Per l’appuntamento si sceglie un bar del centro raggiungibile comodamente da entrambi. LUI è tutto un trionfo di profumo, maglietta piccola e jeans vagamente calati. Ha pure i boxer che sbucano maliziosi dalla cintura. Non so se ordinare qualcosa da mangiare, che tanto è partito l’effetto cornutazzo e mi si è chiuso lo stomaco, o saltargli direttamente in braccio. Alla fine lo imito: prendiamo due insalatone.

Mentre aspettiamo le ordinazioni, chiacchieriamo amabilmente: quando poi arriva il cibo, l’uomo, al grido di «che fame che ho», si infila in bocca la prima forchettata e mastica vigorosamente. Un po’ troppo vigorosamente… Mentre rumina della verdurina, infatti, lo vedo strabuzzare gli occhi e smozzicare un imprecazione. Poi ingoia il boccone mezzo intero e inizia a lamentarsi: «Mi sono morsicato la lingua, ahhhhhhh». Gli chiedo, ridacchiando, di tirare fuori il moncherino e di farmi vedere. Ma scatta il panico: non si è morsicato, si è martoriato un angolo di lingua. Il sangue scorre copioso e un pezzettino di mucosa pende sinistro. Oddio no, che ci sai fare tante belle cose con quella lingua lì, perchèèèèè…

Ma immediatamente dopo il momento di sconforto, scatta lo spirito da crocerossina della vostra Callista: gli faccio bere un po’ d’acqua fredda e intanto tamponiamo il disastro con un fazzolettino. Dopo una decina di minuti il sangue si ferma e l’uomo prova a mangiare. Un disastro: l’insalata con l’aceto non è l’alimento più adatto per una mucosa sforacchiata, in effetti…

Mentre LUI cincischia triste con una foglia di rucola, ecco che scatta l’attacco subdolo: io gli carezzo languida una manina dicendogli «Ma povero, ti fa molto male?». LUI mi prende la mano e mi ci stampa sopra un bacino. Io sto per saltargli al collo, ma sul bancone del bar vedo delle fiamme alte almeno mezzo metro. Passi che ho l’ormone rovente, ma questo mi pare un po’ troppo: «Ehm, mi sa che c’è qualcosa che non va…». Mentre pronuncio queste parole, il titolare del locale inizia a chiedere a tutti di uscire e chiama i pompieri.
Affumicati, evacuati e senza pranzo: se volessimo aggiungere ancora qualche sfiga, credo avremmo problemi seri a trovarne una ulteriore.

Ah, ovviamente l’ora di pausa era pressoché finita: ma che ve lo dico a fare, no?

9 commenti:

*Shaina* ha detto...

Ma tutte a voi succedono? *___*

Un bacio a entrambe e buona giornata...

Grazyana ha detto...

Vedo che per sfiga anche voi siete messe davvero male!!!!
Iniziavo a pensare di essere l'unica :-(
Buona giornata a entrambe.

Fra ha detto...

Dai... alla fine lui si è comportato bene, non è un serial killer e non ha incendiato lui il locale...come primo appuntamento non è andato così male
:D
Un bacio e in bocca al lupo per il secondo round (magari portati dietro un corno napoletano)
Fra

MasterMax ha detto...

Bhè, non c'è che dire, in quanto a romanticheria non ti batte nessuno!
Poveraaaaa, però vedrai che fra un po', quando a lui ricrescerà la lingua, ne riderete ;)

Anonimo ha detto...

Oddio mio!!!
A me fa troppo ridere il tuo modo di raccontare avvenimenti come questi! :-D
Povera Cally, ma almeno LUI ti ha dato una ricompensa, alla fine?

Pink Panther

Ma|Be ha detto...

dai dai... che le sventure uniscono le persone!
:D

epperò che SSSSSSSfiga!

LA CONIGLIA ha detto...

a Natale ti regalo un bel corno rosso rosso!

Donna Cannone ha detto...

cazzoooooooooooooooo! ma che f*****ata di pranzo. E vi lamentate anche che non succede mai niente?

Senti un po', ora siam curiose di capire che succede. Non è che lui si vergogna e non si fa più vedere, vero?

Ulisse ha detto...

Dovevi ordinare per lui una bistecca al sangue e lasciarlo lì.

P.S. Complimenti siete bravissime!!