lunedì 12 maggio 2008

Novità in casa Cally

Visto che l’ha fatto la Mafy, allora lo faccio anch’io: non voglio affatto essere da meno. Voglio fare tutto quello che fa la mia amichetta, tutto, tutto, tuttoooooooooo…
Ok, basta.


Quindi eccomi pronta per un brillantissimo resoconto delle novità dell’altra parte della coppia derelitta.

1. Non ho un coinquilino e non ho perciò il problema di dover trovare soprannomi per nessuno. In compenso, però, appena metto la testa sul cuscino di casa mia, mi parte una crisi d’asma allergica. Probabilmente sono stata colonizzata da un polline porco bastardo, quindi ho un coinquilino silenzioso e molesto. Ora, il problema non è poi tanto grave, visto che in attesa di sterilizzare tutto con il vapore, resto dai miei e mi faccio servire e riverire. E in casi estremi, posso pur sempre alzarmi dal letto infestato, inalare il broncodilatatore di routine e tornare a dormire. Ma se dovesse mai capitarmi un’avventura orizzontale, come la mettiamo? Se mi manca il respiro, do la colpa alle virtù amatorie dell’uomo di turno e svengo dignitosamente gridando «Ommmiodddio, che effetto mi fai»? Devo ancora trovare una soluzione.


2. Dopo il mandrillo gay della Mafy, vi sottopongo un altro problema botanico: il mio bambù, che dovrebbe essere la pianta con la crescita più veloce al mondo. L’ho comprato quando mi sono trasferita, a dicembre. Da allora forse si è alzato di un centimetro e ha messo mezza foglia. In compenso, ha acquistato un bellissimo color verde pallido malsano, pur ricevendo luce sufficiente a far crescere una piantagione di pomodori. Praticamente è come la padrona, colore da morto e nessuna capacità di prendere una forma affusolata. Per le foglie, mi sto attrezzando. Inutile dire che con bambù di mamma Callisti ci si può costruire un arredamento completo per un condominio.


3. Mi sono tagliata i capelli. Presa da un attacco di follia, ho eliminato una quindicina abbondante di centimetri di chioma. Adesso le bionde ciocche arrivano appena alle spalle e ho un ciuffetto sbarazzino che mi fa sembrare ancora più giovane. Mi sento la testa piccola piccola, ma sono contenta, soprattutto perché lo scuotimento di capelli mi riesce alla grande. E poi tagliare i capelli ha un significato non solo materiale: si dà un taglio anche al passato. Quindi speriamo di aver tagliato via anche un po’ di sfiga, insieme alle doppie punte; ma senza esagerare. Che se trovo un marito adesso, non ho abbastanza materiale per fare l’acconciatura dei miei sogni. Cercherò di convincerlo a convivere, nel frattempo: ovviamente lo faccio solo per risolvere il problema del bambù, hai visto mai che sia gay pure quello…

6 commenti:

Baol ha detto...

A questo punto credo che anche il bambù sia gay...

Quanto all'allergia, con tutta una casa a disposizione si trovano altri posti con meno acari (incontrato uomini con poca fantasia?) :D

Lady Cocca ha detto...

ma scusate?! vogliamo togliere a queste povere pianticelle il diritto di scegliere da sponda stare?? ;)

Scorpio79 ha detto...

Coooooooooosaaaaa??????? Hai tagliato i capelli? Ma come, ora sembrerai una ventenne, sicura che poi il preside non ti confonda con una delle tue allieve? ;-) Ciao Scorpio79

aModoMio ha detto...

guarda. i miei bamboo hanno avuto all'inizio una crescita entusiasmante poi si sono bloccati e ingialliti. quindi non so... e ultimamente tutte le mie piante tranne un cactus (che può avere anche un curioso riferimento sessuale!) stanno afflosciandosi (appunto). mah...
già che ci sono...un piacere... per rimanere sotto il segno di nettuno (e non solo del piccione!)dopo una tanto incomprensibile quanto convincente consultazione con una mia amica esperta di blog ho deciso (colpa sua)di cambiare l'indirizzo del mio spazietto. quello nuovo è http://sottoilsegnodelpiccione.blogspot.com/
visto che eri stata così gentile a metterlo tra i tuoi link preferiti non è che lo potreste cambiare? grassssssie!

Adamo ha detto...

Invece che questione di feeling....questione di pollice verde!!!!Ma ti mando Sardella a casa e vedrai come si ripiglia!!!!!

Joan Doe ha detto...

ottima idea il punto 3! anch'io ho tagliato i capelli di recente ..oddio, recente, era pasqua.. però sì è stato un taglio drastico... e hai ragione: si da un taglio al passato e si aprono le porte ai cambiamenti...
quindi, buona fortuna!