giovedì 22 maggio 2008

Tacco svelto

L’altro pomeriggio sono andata baldanzosa e saltellante dall’amico calzolaio. Anche se in questi giorni praticamente nevica, il calendario segna che ci stiamo avvicinando all’estate ed è ora di tirare fuori i sandali. Quindi urge una veloce messa a posto di quelli un po’ rovinati.
Mi sono presentata dall’amico Amilcare/Annibale/Armando/Arnoldo (non mi ricordo come si chiama ma sicuramente inizia con la A) con due paia di calzature. A una dovevo rifare i tacchi mentre alle altre dovevo far riattaccare un gancettino che si era staccato quando, durante una passeggiata sotto il nettuno con un interessante accompagnatore, mi sono incastrata nei sampietrini della piazza.

Una di queste notti mi presento in piazza Duomo con una bitumiera e chiudo tutte le fughe … ohhhhhh

Arrivo, aspetto diligentemente il mio turno starnutendo ogni tre per due a causa del forte odore di colla.
Amilcare/Annibale/Armando/Arnoldo mi avvisa che per quanto riguarda il lavoro del laccetto devo aspettare la moglie perché è lei che si occupa di quelle cose. Nessun problema, aspetto.

Mentre sfoglio con avidità le riviste di Gossip entra uno dei “matti” di Trento.
Ora vi spiego. A Trento girano alcuni personaggi bizzarri; c’è quello che tutto il giorno è sull’autobus e a ogni curva fa il verso “shhhh …shhhh” (imitando il rumore delle porte che si aprono) e ride di gusto, c’è quello che ti avvicina e comincia a parlarti di Gesù … e per lui Gesù è suo fratello … ma suo fratello vero, c’è quello che va in giro tenendosi strettissimo uno zainetto e quando, per caso, gli passi vicino lui ti urla contro “vai viaaaa ... è mioooooooo!!!”.

Beh … il mio pazzo è quello con gli stivali e il cappello. Lui gira sempre, estate e inverno, indossando un paio di stivali verdi (tipo quelli dei pescatori) e un berrettino colorato, tanto colorato, troppo colorato.

Deve aggiustare lo zaino quindi anche lui aspetta la signora. Nell’attesa si mette a 5 centimetri da me. Negozio completamente vuoto … altri 4 sgabelli vuoti e lui si piazza attaccato … vabbè … avrà bisogno d’affetto.

Arriva la moglie del simpatico calzolaio, quindi la calzolaia.
Le spiego il problema e lei parte con la mia scarpa nella piccola stanzetta che si apre dietro il bancone. Nel frattempo Amilcare/Annibale/Armando/Arnoldo mi porta i sandaletti tutti belli taccati di nuovo e li mette sul bancone davanti a me.

L’uomo dagli stivali rimane per un attimo ipnotizzato a guardare le mie scarpe poi, con fare timido, allunga una manina e ne tocca con l’indice ritirandosi immediatamente come se scottassero.
Io lo guardo un po’ perplessa ma continuo la lettura (ma lo sapete che Gigi D’Alessio prepara tutte le mattine la colazione alla Tatangelo?)

Dopo poco vedo che l’omino accanto a me prende in mano una mia scarpa.
Oddio … cosa ci fa con la mia scarpa in mano? Mi guardo in giro. Nel negozio non c’è nessuno, marito e moglie calzolai sono impegnati nei loro lavori … aiutoooo … e io che faccio?
In fondo non fa nulla di male … Non dico nulla e a sto punto faccio finta di leggere osservando la situazione.

Ora che ha preso confidenza con le scarpe la cosa diventa più difficoltosa. Lancia la scarpa in aria (10-15 cm) e la riprende.
Oddiooooooooooooo … e adesso che faccio? Se gli dico qualche cosa passo da quella poco sensibile che se la prende perché uno gioca con le scarpe. Ok … non dico nulla e spero che la signora finisca in fretta …

Signore e Signori benvenuti al circo Orfei. Mancano solo la musichetta e qualche elefante e ci siamo.

Il mio, ormai amico, con gli stivali si fa sempre più ardito nelle evoluzioni con i miei sandali. Con la mano destra lo lancia, mentre è in aria fa passare il secondo sandalo dalla mano sinistra a quella destra e riprende quello volante con la sinistra.

Grandi numeri Siorriiii e Siorrreeeee

Amilcare/Annibale/Armando/Arnoldo non mi fila di pezza … sta limando un tacco e mi volta la schiena e della moglie manco l’ombra.

Intanto il giocoliere provetto continua con le sue evoluzioni. Io lo guardo cercando di attirare la sua attenzione e fargli capire che non è il caso continui ma lui non mi vede … è come se io non ci fossi … anzi, mi da pure una gomitata mentre recupera la mia scarpa volante.

Fortunatamente ecco comparire la mia salvatrice.
La moglie dell’uomo con il nome che inizia con A avanza con la mia scarpa tutta bella aggiustata e lucida, vede cosa sta facendo l’uomo dagli stivali e dice “Paolo, … mah … cosa fai? Metti giù le scarpe della signorina!”

Il problema è che Paolo deve avere un concetto tutto personale delle parole “metti giù” perché con tutta la scioltezza e naturalezza del mondo lancia la mia scarpa alle sue spalle … lontano … direttamente in strada!

Oddio … un mio sandalo giace solo e triste in mezzo a una strada … ma perché???

Se passate da Trento e vedete una bionda che esce di corsa da una bottega, saltella in strada, recupera un sandalo e rientra imprecando silenziosamente sono io!

Va bene che il negozio si chiama "Tacco Svelto" … ma qui si sembra più "Tacco Volante" …

20 commenti:

Stefano ha detto...

primoooooooooooooo.......azz, però non ho letto il post...doh!

Stefano ha detto...

ehm...che dire....ogni città ha le proprie mascottes....incontrarle però non è il massimo... ;)

Baol ha detto...

Tacco in fronte no? :)

Lady Cocca ha detto...

mi sa che un giro a Trento lo devo fare.. :D

èpassataunanuvola ha detto...

Altro che matto, direi che un caso di feticismo da manuale :)

rompina ha detto...

ahahah!
il tipo con lo zaino e' il mio preferito!!! :oD

saluti ad Arnoldo/Artemio/Aristide...

Lillo ha detto...

Ma solo a te, ste cose.

-L.

pink sbalordita ha detto...

Caspita!
A parte che il tuo calzolaio è sveltissimo (ma a Trento siete tutto così svelti? Beati voi!), perché il mio vuole almeno un giorno di lavoro per sistemare anche solo un laccetto delle scarpette estive...ma il vostro matto è da delirio! :)

Qui dove abito io ce n'è uno che si veste sempre benissimo, con le firme addosso; saluta sempre tutti e dalla mattina alla sera cammina per kilometri. Ecco perché lo chiamiamo "Kilometro" ;)

lindöz ha detto...

Ok, stavo giusto pensando di andare anch'io dal calzolaio per rifare i tacchi a dei sandali.. capito, me ne compro un altro paio.

LaGina ha detto...

Oddio, chi mi tocca le scarpe senza previa autorizzazione, muore ...
Sei stata anche troppo buona, se fosse successa a me una cosa del genere, a volare in mezzo alla strada non era il sandalo, ma il matto

La Lunga ha detto...

mi sa che a trento avrei molto lavoro una volta laureata... quasi quasi ci faccio un pensiero, che dite, vengo?

Donna Cannone ha detto...

Mah! Così buffa che sembra inventata! La realtà supera la fantasia. Anche a Trento! capperi, che avrei dato per beccarti dal vivo?????

LaGina ha detto...

@ la lunga: ma ti laurei per andare a fare la calzolaia o ingrossare le fila dei matti di Trento? :D

Scorpio79 ha detto...

E per fortuna che su quella strada non stava proprio passando un tir, altrimenti ciao sandalo... Ciao Scorpio79

Adamo ha detto...

Ma...ti diro'...anche nel mio paesino ce ne sono di matti...ma cosi'!!!!no!!!Allora lo picchiamo Giuliacci o no????Bacio!!!!!!!

La Lunga ha detto...

@lagina: per la verità mi laureo per provare a diminuire il numero dei matti... :P

LA CONIGLIA ha detto...

che ridere...che ridere! amichine mi mancate da morire, per fortuna che manca pochissimo e ci vediamo!!!

LA CONIGLIA ha detto...

ah, comunque anche noi ne abbiamo uno che è parente di Gesù...e un'altro che sale sul pullman e ti spiega che il ctm (l'azienda dei trasporti) è tutta una copertura per disfarsi di lui che è un agente segreto che ha prove schiaccianti sul loro legame con gli alieni... O_o

patty ha detto...

ogni città ha i suoi!!!anche a bologna c'è un campionario invidiabile...io e selma ai tempi del liceo, visto che viaggiavamo in autobus, avevamo ormai presenti GLI ABITUè...il peggiore era quello che, apparentemente sembrava un vecchietto tranquillo, te ti sedevi di fronte a lui e sul + bello,zac, TIRAVA FUORI LA DENTIERA!!!!!!un trauma!!!

Joan Doe ha detto...

ma... io ora mollo tutto e vengo a vivere da voi!! non c'è mai un giorno di noia!! mi adottate? :D