martedì 2 dicembre 2008

Carissimo Lorenzo...

Carissimo presidente Dellai,

ci permettiamo di disturbarla solo un attimo, oggi. D'altronde è appena stato rinominato presidente della nostra gloriosa regione e un po' di tempo per il suo elettorato forse se lo può ritagliare. Siamo due trentine DOC, come il teroldego: Callista e Mafalda, alias le Derelitte.

Il problema che le poniamo oggi è di primaria importanza: molto più dell’orso vagabondo, del murales del Centro Sociale Bruno (a tal proposito, senza nulla togliere al fatto che sia abusivo, dobbiamo confessarle che a una di noi piace moltissimo, mentre l’altra lo toglierebbe con la calce viva – par condicio!), della cassa integrazione degli operai o delle poltrone speciali per Grisenti. Ma chissenefrega. Il vero problema del Trentino sono i marciapiedi dopo la nevicata.

Caro Lorenzo (ci permette la confidenza?), lei con quella bella barba capirà i problemi di chi si deve spostare a piedi in questi giorni. Non importa se la Val di Non e di Sole sono rimaste senza luce per 24 ore, sono tutte emergenze secondarie. Va bene, le strade sono tutte tornate praticabili a tempi da record: complimenti. Le ferrovie hanno subito ritardi irrisori: ci sta pure un blando battimani. Avete perfino rimosso gli alberi caduti per il peso della neve con un efficienza svizzera. Evviva.

Ma sui marciapiedi si scivola drammaticamente: o sono tutto un pacioccone di neve sciolta, acqua e fanghiglia o dei lastroni di neve calpestata che si trasforma in ghiaccio. In certi punti sono pure stati sommersi dalla neve spalata dalle strade: non esistono più.

Ora, caro Lorenzuccio, non vorrà mica che noi ce ne andiamo in giro con degli orrendi doposci o con degli scarponcini che di glamour hanno solo il sottopiede in pura lana merinos? O, ancora peggio, con dei ramponi e la corda doppia per calarci dalle montagne di neve ammucchiata? Capirà, presidente, noi dobbiamo trovarci un uomo, non possiamo giocarci le possibilità così: dobbiamo usare gli stivali sexy sempre e comunque. E non possiamo nemmeno mettere a repentaglio l’incolumità delle nostre terga cadendo sonoramente sul ghiaccio: già la nostra vita sociale è inesistente, cerchiamo di non aggiungerci anche l’impossibilità di muoversi causa infortunio. Quindi l’idea di camminare con ciaspole, sci da fondo, pattini da ghiaccio è da scartare a priori: siamo derelitte e poco sportive, ci perdonerà l’assessore Dalmaso (che è assessore allo sport e all’istruzione, due attività strettamente legate visto che mai come adesso è il caso di prendere sportivamente quello che arriva da Roma per quanto riguarda il futuro della scuola e della ricerca…). Ma siamo sicure che, in quanto donna, anche lei concorderà con noi sull’importanza del tacco, sempre e comunque.

Caro presidente, ci pulisca i marciapiedi, per favore: siamo anche ecologiche, guardi, lasciamo a casa la macchina, così non facciamo saltare la centralina per il rilevamento delle polveri sottili di piazza Venezia. Ci accontenti. Oppure ci presti uno spalatore personale che ci segua passo passo, magari sexy. Non chiediamo poi moltissimo. Altrimenti potrebbe iscriverci alla prossima edizione di Holiday on Ice, come rappresentanti onorarie del Trentino: ma non assicuriamo sulla riuscita finale.

Cordialmente sue

Le Derelitte.


PS: Il Nettuno lo abbiamo scongelato noi col phon: sa com'è, ci sembrava vagamente in difficoltà...




9 commenti:

takkiaspillo ha detto...

potreste portare i Moon Boots alla ICE che con le sue magiche manine in un battibaleno ve li riempie di paiettine sberluccicose rosa e azzurre, trasformandoli in un accessorio decisamente fashion!!! ;-)

p.s.: la ICE mi paga a parte! :-))

gg ha detto...

Siamo in vena di battaglie sociali entrambi vedo... :)

lindöz ha detto...

ma come non vi piace??
Azz, se vi facessi vedere i miei boots mega fashion col pelo che sembra che ho ucciso i miei poveri mici sareste tutte contente di sfoggiarli tra la neve :-P

berso ha detto...

sciopero sciopero!!!!

Petit chocolat belge ha detto...

Porcaccia! Si dovrebbe avere il diritto di restare a casa..legalmente giustificate!

Qui per fortuna (di solito) la pioggia ha la meglio sulla neve e la neve scompare in un pomeriggio..

Fra ha detto...

Dai perchè non provate un bel paio di doposci con paillettes e strass...mooolto glamour!
Un bacio
Fra

Anonimo ha detto...

E spalare un pochettino con le vostre graziose manine, no???

S.B. ha detto...

Lorenzo datti da fare! Le derelitte sono un patrimonio da salvaguardare! :-)

yetiman ha detto...

E io che contavo su di voi per veder finalmente portare con eleganza un bel tacco 12 ramponabile a pelo lungo.
Peccato ... sarà per la prossima nevicata.