lunedì 21 aprile 2008

La trilogia del parcheggio, parte prima. Ossia dell’importanza di orientarsi bene.

Una delle passioni delle derelitte è, a ragion veduta, lo shopping. E uno dei posti migliori dove scatenare questa insana passione è, ovviamente, il centro commerciale. E così, spinte dalla chimera del «tocco tutto in ogni negozio», un paio di anni fa Callista e Mafalda si sono spinte fino al famigerato Orio Center, vicino a Bergamo.
Baldanzose come due soldatini, hanno parcheggiato la macchina nel parcheggio sotterraneo, hanno memorizzato la letterina del settore corrispondente (F5) e sono salite nel regno della perversione.

Dopo una lunga, interminabile giornata di spese pazze, ecco che le vostre beniamine tornano nel parcheggio. Si ricordano anche la collocazione della macchina, F5: alla faccia dei minacciosi cartelli che ammoniscono a non dimenticarsi il settore in cui si è parcheggiato. Ma chi saranno quei deficienti a cui capita? Ah ah ah…

Ma al settore F5 la macchina non c’è.

Inizia la ricerca. Magari l’abbiamo messa nei dintorni di F5. Niente. Decidiamo di tornare all’ingresso e di ripercorrere mentalmente la direzione presa all’entrata. Nulla. Dopo mezz’ora di vagabondaggio, optiamo, tra le risate, per una soluzione scientifica: battere il parcheggio palmo a palmo. A metà del percorso, una orrenda scoperta: c’è un altro F5. O è lo stesso di prima a cui eravamo approdate? Chi lo sa. Fatto sta che la macchina non c’è manco lì. Torniamo indietro (e intanto se ne va un altro quarto d’ora) e ci accorgiamo che esistono davvero due F5. Uno rosso e uno giallo. Ma in nessuna delle due sezioni c’è il nostro bolide.

Ci ri-dirigiamo all’ingresso, ridendo come due disperate, ma vagamente preoccupate. Le guardie di sicurezza ci guardano con aria sospettosa: ma noi fingiamo indifferenza e scuotiamo i capelli. Sono passati più di sessanta minuti da quando siamo scese nel parcheggio.

Alle scale mobili ecco la terza scoperta. I settori di parcheggio sono quattro, ognuno contraddistinto da un colore: oltre a numero e lettera, dovevamo memorizzare anche la tinta del posto macchina. Vedi, a saperlo prima avremmo scelto sicuramente un colore che ci donava, che diamine! Comunque, visto che un piano e due colori li abbiamo già battuti, ci restano gli altri due. Ridiscendiamo, con le lacrime agli occhi e il mal di pancia a forza di ridere. Proviamo con il settore verde: ovviamente niente. Alla fine, dopo un’ora e mezza di peregrinare, troviamo la macchina. Settore F5 blu. Ma vaffanculo.

Da allora, quando torniamo all’Orio Center, ci scriviamo posto macchina e colore nel telefonino. La prudenza non è mai troppa…

11 commenti:

Lillo ha detto...

Del resto siete bionde...

:D

Bacio,
-L.

°giulietto° ha detto...

E perchè, quella volta che mi dimenticai del tutto dove avevo parcheggiato la macchina la vogliamo dimenticare? Ma assolutamente no... Avevo da poco preso la patente e vagai per tutto il centro alla ricerca. Per fortuna la trovai subito ma dalle prime battute temevo che sarebbe stata una ricerca lunghetta, fino al lungomare...

Isabel Green ha detto...

madonna ma è enorme questo posto! anche io ultimamente ho certi raptus ma cerco di controllarmi visto che sn al verde. l'unica spesa che mi posso ancora concedere è una borsa bianca, che non ho ;)

L@dy Cocc@ ha detto...

ecco xkè al centro commerciale ci vado poco.. ;)

Anonimo ha detto...

...per questo ci sono i telefonini con la fotocamera! della serie "parcheggio male e tutto storto, ma faccio la foto alla targa della macchina a fianco, che se trovo un graffio quando torno lo vado a prendere a casa" ;-))
miticheeee
M.

Fragola ha detto...

intanto quando tornate all'Orio dovete DIRMELO che io come secondo lavoro potrei fare la guida dell'oriocenter. Cioè all'interno mi oriento benissimo. è fuori, che è un pasticcio...
Comunque questo vostro aneddoto mi ha fatto ricordare quando mi è successa una faccenda analoga con il mo ex. Non mi ricordavo il colore, E ALLORA?? Ecco, ogni vostra risata per me è stata una imprecazione e/o un insulto...a volte è moooolto meglio essere derelitte!

lindöz ha detto...

Ahaahh stesso problema nello STESSO CENTRO COMMERCIALE!!!
Per quello non vado più a fare shopping in Italia...

bdp ha detto...

beh, l'importante cmq è sempre scuotere i capelli :D

ps: consapevole di essere una piaga tediosa... volevo chiedervi se potreste darci conferma per la cena entro questo giovedì, così poi prenotiamo! ^___^

baci

Scorpio79 ha detto...

Ehi, io sono andato due volte all'Orio Center e non ho mai avuto problemi a ritrovare la macchina. Vabbè che ho un tom tom impiantato nel cervello, ma sarò stato fortunato io? Ciao Scorpio79

Adamo ha detto...

Maledetto blu!!!!!!!!Bhe' in effetti....e' una gran cavolata quello di usare le stesse lettere ma con colori diversi....e sai...dalla A fino ad arrivare alla Z....ce ne stanno di posti auto......ah voglia!!!!!Poi dicono che non ci complichiamo la vita!!!

berso ha detto...

insuperabili....
secondo me tra non mlto le guardie metteranno il video delle telecamere su you tube....
quante risate
buona settimana