martedì 22 aprile 2008

La trilogia del parcheggio, parte seconda. Ossia del vecchiaccio contromano al centro commerciale

Prendete le due derelitte, mettetele nella vecchia panda 750 fire bianca di mamma Callisti e speditele a fare compere al centro commerciale. Essendo le derelitte due donnini estremamente scrupolosi nel parcheggiare, come si era intuito dal precedente post (…), ecco che Callista e Mafalda girano avanti e indietro per il piazzale del centro alla disperata ricerca di un posto libero: ovviamente seguendo con religiosa attenzione le frecce direzionali disegnate a terra, siamo mica bestie, buon Dio…

Su di qua, giù di là, niente da fare; disegna un gioioso serpentone avanti e indietro tra colonne di macchine: ancora nulla. Guarda in su, guarda il giù, dai un bacio a chi vuoi tu: zero. Callista inizia a meditare di parcheggiare il panda in bilico su un marciapiede o in verticale tra altre due macchine, ma Mafalda la dissuade: la convince a fare ancora un giro. Imbocca un vialetto con freccia che indica chiaramente una unica direzione di marcia (quella delle derelitte): e si trova davanti un vecchiaccio in una fiesta verdina del dodici avanti Cristo, piantato saldamente in senso vietato.

Parte la musica di mezzogiorno di fuoco: i due contendenti sono faccia a faccia. Callista prova a sfoderare l’arma numero uno, ossia il sorriso. Forse il nonno capisce e si leva dalle palle. Niente. Tiene saldamente il volante con due mani e non si sposta di un centimetro. Mafalda, la non belligerante, consiglia: «Cally, fai retro e lascialo passare, va’, sennò stiamo qui fino a domani». Callista, la testardaccia, non ne ha nessuna intenzione: «Manco morta, se è scemo ed è contromano, oltre che in mezzo alla strada, si sposta lui».

Passano venti, forse trenta interminabili secondi: Callista e il vecchio si guardano negli occhi con aria di sfida. Poi ecco che il pirata stradale fa un errore clamoroso, usando l’arma sbagliata: il clacson. Apriti cielo. Mafalda non fa neanche in tempo ad aprire bocca che Callista ha già calato il vetro del finestrino (a manovella, ovviamente, quindi mettete in sottofondo il «gnikgnikgnik» tipico del panda, con immagine di derelitta ballonzolante a ritmo con il braccio che abbassa il finestrino alla velocità della luce). Il nonno, di là, ha già il vetro abbassato e un braccio fuori, e tenta di dire un misero «Te spostet? (ti sposti?)». Ma Callista è più veloce con il suo insulto trifasico: «Uno, vedi di darti una regolata, due, sei pure contromano, e tre… ma vaffanculoooooooo».

Se sentite uno «splat», è la mano di Mafalda che si percuote la fronte in segno di disperazione.

Tempo trenta secondi e il vecchio ha fatto retromarcia e ha lasciato passare Callista, evidentemente (e a ragione) scambiata per una pazza omicida. La vittoria ha un sapore delizioso anche così.

D’altronde, come si dice per la famosa Euchessina, con la dolcezza si ottiene tutto.

7 commenti:

Isabel Green ha detto...

paura il nonno eh?cmq sono sempre più convinta che certa gente non debba più guidare. è solo un pericolo per gli altri!

Lady Cocca ha detto...

fossero solo questi i problemini della circolazione stradale..

emy insalatissime ha detto...

Ogni donna in macchina si trasforma nella Regina Elisabetta, è un dato di fatto. Tanto che ormai la frase di rito che sento più spesso è: SUONATI LE PALLE, intonata con la soavità di un usignolo col ciclo!!!! E' altrettanto vero che c'è gente che ha preso la patente con le patatine e io che sto ancora qui a tribolare con sti quiz per pigliarmela! O_O

bdp ha detto...

sempre più spassose!
a questo punto non so cosa aspettarmi dalla terza e ultima parte...

:D

Scorpio79 ha detto...

Qui dalle mie parti niente mezzogiorno di fuoco: il primo che arriva si infila selvaggiamente nel parcheggio. Quante litigate ho fatto con sbruffoni del genere... Ciao Scorpio79

P.S. Vi ho appena mandato una mail...

Adamo ha detto...

ops....dovrei fare una precisazione...non per sembrare il solito pazzo...anche se e' difficile che la gente non la pensi cosi' sul mio conto....La Panda e' 750 Young (se e' bianca ha le strisce Blu sul lato) non Fire!!!!!!!![Ok...mi sono autodemolito 2 visite dal mio blog....ma sono ftto cosi'....che ci posso fare??]
Comunque una cosa del genere e' successa anche a me....ma dopo che un vecchietto su una Stilo mi ha tagliato la strada ad un incrocio....siamo rimasti muso a muso per 20 secondi....dopo essermi ripreso dallo scago....quello che non gli ho augurato....!!!!!!!!Bacio!!!!!

callista ha detto...

@isabel: concordo in pieno...
@lady cocca: hai ragione pure tu, ma sai, al peggio non c'è mai fine!
@emy: suonati le palle non l'ho mai detto, lo adotterò immediatamente...
@bdp: in effetti...
@scorpio: ;-)
@adamo: la mia era fire... Senza strisce blu. Mi hanno taroccato la panda???