venerdì 9 marzo 2007

... auguriiiiiii!!!!!

Resoconto della mia festa della donna.
Mi sveglio di ottimo umore. Mi sono fermata a dormire a casa dei miei e, come ogni volta che lo faccio, il mio papy sostituisce l’antipatico suono della sveglia ed entra in camera mia, puntualissimo, alle sette e mezza, portandomi il caffè. Bell’inizio, direi …
Ascolto l’oroscopo …" ottima giornata, favoriti gli incontri … serata di fuoco … incontrerete proprio la persona che vi piace tanto" Ma siiiiiiiiiiii … è la mia giornata … evvai!!!
Arrivo in ufficio e trovo sul tavolo un ramettino di orchidea … mi guardo attorno stupita e vedo il nuovo collega che mi sorride. Carino lui … ha portato i fiori a tutte le donne … si vede che è nuovo … l’anno prossimo, probabilmente, sempre se non sarà già scappato a gambe levate, ci porterà i cioccolatini con ripieno di cianuro.
Lo ringrazio e mi metto al lavoro.
E’ tutto bloccato!
La posta non funziona, internet non funziona, il server è morto e non riesco ad accedere nemmeno ad un file … e, ovviamente, ho una relazione da consegnare a breve e mi servono i dati. Cominciamo bene.
Sono messa in mezzo in un litigio tra quattro colleghe … io centro marginalmente nella questione quindi cerco di uscirne, con la tattica del camaleonte, cercando di assumere un colore simile a quello del pavimento per potermi defilare ma la mia maglia rosa (tanto rosa ... troppo rosa) fa fallire miseramente le mie buone intenzioni.
Salto la pausa pranzo.
E nel frattempo il mio telefono è sempre muto … messaggi di auguri pochi, pochissimi … anzi, uno (grazie anonimo!!!!)
Alle sei, con un diavolo per capello, e l’umore sotto i tacchi decido di andarmene a casa.
Esco dall’ufficio e la ragazza della reception, da dietro una selva di rose, mimose, tulipani (roba che la scenografia di S. Remo sarebbe morta d’invida a vederla) regalatole dal fidanzato (tra le altre cose un gran bel fidanzato) mi dice: “oh … che carina l’orchidea … chi te l’ha portata?” … decido di tirare dritto e non risponderle nemmeno
Vado a casa e trovo la mia coinquilina tutta tirata … il ragazzo che tanto le piace le ha chiesto di uscire … è, giustamente, esaltatissima e io cerco, per quel che l'uomore di permette, di partecipare al suo entusiasmo … non mi riesce di saltellare per casa ma offro larghi sorrisi e graditi consigli sull’abbigliamento.
Almeno l’essere amica mi riesce ancora.
Alle nove sono già in pigiama. Metto un po’ in ordine e trovo il mio vecchio telefono. Lo accendo e, in preda ad un attacco di menosità acuta, rileggo tutti gli sms salvati … poi, non contenta, guardo pure tutte le foto. Ne trovo una che mi ero completamente dimenticata di avere. E’ della meraviglia.
Colpo di genio … decido di mandargliela, in fondo, potrebbe fargli piacere. Spedisco. Non mi arriva la ricevuta di ritorno … perché??? Vabbè, avrà tutto spento …
Decido di sentire anche un amico speciale … è sparito da una settimana … ed è stranissimo … non è da lui scomparire dal nulla e non rispondere agli sms. Gliene spedisco due, (sui due numeri … non so mai quale usa) … nessuna consegna. Mi preoccupo. Telefono … entrambi i telefoni spenti. Cosa sarà successo??? Vabbè … detta anche un po’ tra noi … potrebbe farsi sentire pure lui, no???
Incazzosa come una iena decido di andare a dormire … mando il messaggio della buonanotte a Cally e in un moto di protesta con il mondo spengo il telefono (cosa che non faccio MAI … a casa non ho il telefono fisso e se succede qualche cosa almeno sono subito reperibile). Ore 23.07
Passo una notte agitata, mi giro e rigiro mille volte prima di addormentarmi …e quando, finalmente, cado in un sonno tranquillo, è ora di alzarsi.
Mi alzo, faccio colazione e, mentre mangio due tristissimi cereali integrali, accendo il telefono.
Beep. Un messaggio … Ohibò
“stai già dormendo???” firmato Azzurro … guardo l’ora in cui mi ha mandato il messaggio 23.21
14 minuti dopo che avevo spento …
Noooooo che non dormivo … nooooooooooooo … stavo imprecando contro il destino perché avevo passato una giornata di merda … nooooo che non dormivo stavo facendo una triste analisi della mia situazione sentimentale … noooo che non dormivo ... ero disperatamente e nervosamente sveglia … e anche se fossi stata immersa nel sogno più bello sarebbe stato mille volte meglio passare dalle braccia di Morfeo a quelle muscolose, calde e profumate di Azzurro …

Riassumendo:
Auguri: pochi … ma chi avrebbe dovuto non si è degnato
Fiori: una piccola orchidea … è già morta, poverina
Telefonate: ma quando mai??? (anzi … ne ho fatte due ma nessuna risposta)
Sms: uno … da LUI … il messaggio che aspettavo … ma che ho letto con 7 ore di ritardo!!!!

Se becco il pianeta porco bastardo stavolta lo distruggo …

2 commenti:

Gabbiano della Notte ha detto...

Appunto. Cambia astrologo.

Callista ha detto...

Chiamiamo l'esorcista, facciamo prima.
Mafy, stasera te faccio embriacà!