giovedì 8 marzo 2007

Biancaneve senza nani


Innanzitutto, buona festa della donna. Peccato non ci sia la festa della derelitta, ma siccome la derelitta è donna, facciamo un bel sillogismo et voilà, è la festa della derelitta. Quindi, buona festa della derelitta a tutte!

Ieri sera ci siamo ritrovate per una simpatica serata al femminile con l’amica della cena messicana (nome in codice Volpe). Belle, pettinate e luccicanti ci infiliamo in un bar del centro città: per un colpo di fortuna, troviamo un tavolino e ci sediamo. Dopo mezz’ora siamo già più allegre: Mafalda riesce pure a lanciare dal tavolo il bicchiere mezzo pieno del cocktail a forza di cincischiarci dentro con la cannuccia. Il cameriere arriva a riparare il disastro e chiede se può portarle qualcos’altro. Io simpaticamente gli consiglio di infilarlo in un comodo sacchettino per flebo dal quale lei potrà attingere senza fare danni, ma il mio sottile umorismo non viene colto. Intanto il locale si riempie e ben presto ci ritroviamo attorniate da un gruppetto di amici che puntano per metà al nostro tavolo e per metà a noi. Quando le battutine del tipo «Ah, ma guarda che bel posto che abbiamo trovato… Sì sì, guarda che bella vista!» si moltiplicano, decidiamo di alzare i tacchi (a spillo), prima che qualcuno inizi a tirarci le noccioline come allo zoo; e poi ormai è tardi e la mattina c’è chi si sveglia presto.

Ci alziamo con piglio deciso e io mi ritrovo davanti il più intraprendente del gruppo che mi dice: «Ma andate già? Vi facciamo scappare noi? Ci stavamo ben tutti a questo tavolo…». Ehilà, un approccio da geometra: considerato che noi eravamo tre e già ci toccavamo le ginocchia sotto il tavolino e loro sono almeno otto, vorrei sfidarlo all’atto pratico e vedere cosa risponde. Ma sono particolarmente buona e voglio evitare ulteriori possibili suggerimenti su come incastrare dodici persone attorno al tavolino: quindi sfodero un sorriso e replico: «Ah, grazie, ma ormai è tardi… E se arriva mezzanotte la carrozza si ritrasforma in zucca e non possiamo più tornare a casa». Ed ecco la risposta: «Ah, va bene… Allora ciao, Biancaneve…». BIANCANEVE? Tengo per un braccio Volpe che già stava per uscire con un «Ma impara almeno le favole, deficiente» (ebbene sì, ho amiche più perfide di me) e ci avviamo per le strade di Trento illuminate dalla luna.

Biancaneve. Magari… Almeno avrei a casa sette uomini ad aspettarmi.

9 commenti:

Mafalda ha detto...

... va bene che sei dottora in lettere ... passi che il cocktail di ieri era particolarmente forte ... ma amica ... 3 (noi) e 8 (loro) ... fa 11 ... a meno che, il dodicesimo, non fosse il cameriere che tanto ti sorrideva ... (o sorrideva alla tua scollatura??? mah!!!)

... e poi ... cos'è sta storia dei 7 uomini che ti aspettano a casa??? non si faceva sempre 50 e 50???

Callista ha detto...

Ehhh, pignolona che non sei altro...
E comunque, voglio ben vederti io a dividere 7 "uomini" a metà, cho orrore... Per stavolta te ne lascio quattro.

Petit chocolat belge ha detto...

Cara Cally e Maffy, vi superate sempre! state passando dallo stile Bridget Jones allo stile "sex&the city"..i miei complimenti e auguri!! Bacini..

Anonimo ha detto...

ovviamente splendide e ciniche al punto giusto.
Cara Callista, sei una buongustaia, sette nani a casa perchè il nano possiede doti che l'uomo alto non ha. questo dovrebbe farti riflettere...
giuro che sono basso e "uomo basso tutto..." derelitto number one
ps Un bacio anche a Mafalda

musa capricciosa ha detto...

Buona festa delle donne. Anzi, delle Donne con la D maiuscola, che ce la meritiamo!!!

Callista ha detto...

Caro anonimo, ogni commento è superfluo...e poi io ho prove incotrovertibili che smontano la tua tesi!
Cara Musa, AUGURIII anche a te!
Caro cioccolatino, confessa, sei un mio parente e ci stai adulando..

Mafalda ha detto...

- Musa: grazie, ricambio gli auguri! Tosto il tuo post di oggi sull'Afghanistan!
- Petit Chocolat Belge ... ma grazie ...
- Anonimo ...pure io ho le prove che smontano la tua tesi ... sorry ...però ultimamente ho rivalutato l'uomo basso ... un bacione

Petit chocolat belge ha detto...

9 MARZO: non so voi ma il mio 8 marzo è stato abbastanza scadente.. n° auguri (da parte del sesso maschile) ricevuti 1; n° mimose ricevute 0; n° rose ricevute 0...

Callista ha detto...

Vediamo: 2 auguri, 0 fiori, ma 1 telefonata di chisappiamonoi che mi ha detto "EHI!!! sei già ubriaca? Ah, no, ma è vero, la festa della donna è per quelle che non escono mai, tu sei diversa...".
Mah...